Vuoi prendere un voto alto? Allora fai meditazione

Di Valeria Roscioni.

Esame in vista? Compito in classe dietro l’angolo? Se vuoi prendere un bel voto devi fare meditazione. Lo studio

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

MIGLIORARE I RISULTATI. “Praticare la meditazione è una tecnica efficace ed efficiente per migliorare le funzioni cognitive e i vantaggi sono ormai inconfutabile” così i ricercatori della George Mason University e della University of Illinois hanno riassunto i risultati dei loro studi basati sui comportamenti di una classe di studenti di college iscritti a psicologia. Analizzando il rendimento dei ragazzi è emersa una verità decisamente interessante: coloro che si erano dedicati alla meditazione prima della lezione avevano poi ottenuto risultati migliori al test di fine sessione.

SCUOLA, TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE >>

LO STUDIO. Test più approfonditi hanno poi confermato questa tesi iniziale dimostrando anche che meditare è una tecnica particolarmente efficace soprattutto per i ragazzi del primo anno. I vantaggi di chi sceglie di dedicarsi a questa pratica sono: maggiore lucidità, concentrazione, autodisciplina e, stando ad un altro studio pubblicato di recente sul Journal Psychological Science, anche un aumento della capacità di comprendere e memorizzare. Si tratta di risultati tangibili al punto che il contributo della meditazione al rendimento durante le prove era tale da permettere di capire in anticipo quali studenti avrebbero superato il test.

5 DRITTE PER ANDARE BENE A MATEMATICA >>

MEDITARE PER CREDERE. Purtroppo per noi, però, nessun professore a scuola concederà ai propri studenti una sessione di meditazione prima di un esame o di un compito in classe. La buona notizia è che, in compenso, ognuno può decidere di meditare prima di iniziare a studiare o a ripassare in modo da migliorare le proprie capacità. Provare per credere; non si sa mai…