Voto in condotta: tornerà a fare media?

Di Maria Carola Pisano.

Voto in condotta: sotto al cinque scatta la bocciatura? Ecco la novità presentata in Senato

VOTO IN CONDOTTA NORMATIVA

Voto in condotta: perché potrebbe tornare a fare media
Voto in condotta: perché potrebbe tornare a fare media — Fonte: shutterstock

Il voto in condotta potrebbe ritornare a fare media. Ad anticiparlo è il quotidiano ImolaOggi che annuncia che la Lega ha depositato un disegno di legge al senato che prevede l'introduzione del voto in condotta espresso in decimi e l'educazione civica. Il voto in condotta è stato eliminato con la legge sulla Buona Scuola 107/2015 ed è stato sostituito nella scuola primaria e in quella media da un giudizio ininfluente ai fini della promozione. Il disegno di legge prevede anche l'introduzione dell'educazione civica, materia di studio sparita dalle aule scolastiche nel 2008.

VOTO IN CONDOTTA 2019/2020

Il voto in condotta potrebbe, quindi, tornare a essere rilevante ai fini della promozione e potrebbe essere usato per la lotta contro il bullismo. Se il voto in condotta fosse inferiore alla sufficienza, potrebbe scattare direttamente la bocciatura. Questo disegno di legge è indirizzato alle scuole elementari e medie in cui, a partire dall'applicazione della Buona Scuola, al voto in condotta in decimi era stato sostituito un giudizio irrilevante ai fini della promozione e dell'ammissione all'esame di terza media.

Cosa sapere sull'ammissione all'esame di terza media e sul voto in condotta: