Variante Xe e Omicron BA.2: cosa sappiamo delle nuove varianti Covid che si stanno diffondendo in tutto il mondo

Di Marta Ferrucci.

Varianti covid: il virus del Covid-19 continua a cercare nuove forme per sopravvivere e lo fa con le mutazioni che stanno creando nuove varianti e contagi. Ecco cosa sappiamo delle Variante Xe e Omicron BA.2

Variante Xe, la variante "ricombinante perché ha parti di Omicron BA.1 e di Omicron BA.2

E’ recentissima la notizia di un nuova variante di Covid-19, la variante Xe definita “ricombinante” perché riunisce parti di Omicron BA.1 e di Omicron BA.2. Secondo il virologo Fabrizio Pregliasco “si tratta di una mutazione ancora più contagiosa del 10% della già contagiosissima Omicron”. Per Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova, “la variante è più contagiosa, ma non più cattiva”.

Omicron BA.2 è una nuova sotto variante del virus che causa COVID-19 che si sta rapidamente diffondendo in tutto il mondo diventando la prima fonte di infezione da Covid..

La nuova variante del Covid-19 è stata analizzata dagli immunologi Prakash Nagarkatti e Mitzi Nagarkatti dell'Università della Carolina del Sud che hanno spiegato cosa la rende diversa dalle precedenti, se ci saranno nuove ondate e come proteggersi al meglio.

Che cos'è BA.2 e come è correlato a Omicron?

BA.2 è l'ultima sotto variante di Omicron, il ceppo dominante del virus SARS-CoV-2 che causa il COVID-19. L'origine di BA.2 non è ancora chiara ma è diventata rapidamente la varietà dominante in molti paesi come India, Danimarca e Sud Africa. Continua a diffondersi in Europa, Asia e molte parti del mondo.

La variante Omicron, ufficialmente conosciuta come B.1.1.529, di SARS-CoV-2 ha tre sotto varianti principali:

  • BA.1: segnalata per la prima volta nel novembre 2021 in Sud Africa.
  • BA.2: ha otto mutazioni uniche non presenti in BA.1, manca di 13 mutazioni che BA.1 ha. Ma ne condivide circa 30. A causa della sua relativa somiglianza genetica, è considerata una sotto variante di Omicron invece di una variante completamente nuova.
  • BA.3

Gli scienziati ritengono che tutte le sotto varianti siano emerse nello stesso periodo ma nel 2021 BA.1 è stato il principale responsabile dell'ondata invernale di infezioni nell'emisfero settentrionale del mondo.

La sotto variante di Omicron BA.1 è unica per la quantità di mutazioni che ha avuto rispetto alla versione originale del virus: sono più di 30 le mutazioni nella proteina spike che la aiuta a entrare nelle cellule.

Omicron: cos’è e come funziona la mutazione della proteina spike

Le mutazioni delle proteine ​​​​spike preoccupano gli scienziati perché ne determinano la pericolosità, ovvero quanto sia infettiva una particolare variante e se è in grado di sfuggire agli anticorpi che il fisico ha prodotto dopo la vaccinazione o una precedente infezione da COVID-19.

Omicron BA.2: perché si chiama variante "stealth"?

Le varianti di Covid-19
Le varianti di Covid-19 — Fonte: getty-images

Alcuni scienziati hanno definito BA.2 una variante "stealth" ovvero "invisibile" perché, a differenza della variante BA.1, manca di una particolare firma genetica che la distingue dalla variante Delta.

Al momento i test PCR standard siano ancora in grado di rilevare la variante BA.2, potrebbero non essere in grado di distinguerla dalla variante Delta.

È più contagioso e letale di altre varianti?

BA.2 è considerato più trasmissibile ma non più virulento di BA.1. Ciò significa che mentre BA.2 può diffondersi più velocemente di BA.1, potrebbe non far ammalare le persone.

Va segnalato che mentre BA.1 è stata la più contagiosa in tutto il mondo, provoca sintomi meno gravi rispetto alla variante Delta. Da studi recenti effettuati in U.K. e dalla Danimarca sembrerebbe che i rischi di un ricovero conseguente al contagio di BA.2 sono simili a quelli di BA.1.

L'infezione precedente con BA.1 fornisce protezione contro BA.2?

Il covid-19 e le varianti
Il covid-19 e le varianti — Fonte: getty-images

Sì. Un recente studio ha messo in evidenza che le persone infettate con la sotto variante BA.1 originale hanno una solida protezione contro BA.2.

Poiché BA.1 è stata la causa di infezioni in tutto il mondo, è probabile che una percentuale significativa della popolazione abbia sviluppato una protezione contro BA.2. Per questo motivo alcuni scienziati ritengono che BA.2 avrà meno probabilità di causare un'altra grande ondata di contagi.

Va però segnalato che mentre l'immunità naturale acquisita dopo l'infezione da COVID-19 può fornire una forte protezione contro la reinfezione da varianti precedenti, si indebolisce contro Omicron.

Contagi da Covid-19: dobbiamo essere preoccupati per l’aumento di BA.2?

L'attuale aumento di BA.2 in alcune parti del mondo è molto probabilmente dovuto a una combinazione di fattori:

  • La sua maggiore trasmissibilità;
  • l'immunità calante delle persone vaccinate o precedentemente contagiate;
  • l'allentamento delle restrizioni COVID-19.

Nonostante si possa verificare un aumento delle infezioni da BA.2 nei prossimi mesi, l'immunità protettiva derivante dalla vaccinazione o da un'infezione precedente fornisce una difesa contro malattie gravi.

Dobbiamo prevedere una nuova ondata di contagi da varianti di Covid-19?

Vaccini e richiami restano la garanzia migliore affinché la situazione dei contagi resti sotto controllo. Alcuni paesi come gli Gli Stati Uniti, tuttavia, sono indietro rispetto ad altri sia con le vaccinazioni che con i richiami e questo potrebbe creare un riacutizzarsi della pandemia: se ci sarà un'altra ondata devastante, infatti, dipenderà da quante persone si sono vaccinate o sono state precedentemente infettate da BA.1.