Vaccino Covid, il piano per la scuola. Cosa succederà nei prossimi mesi

Di Redazione Studenti.

Vaccino Covid: con l'accelerata delle vaccinazioni arriva anche il piano per la scuola. Ecco cosa si sta decidendo e le prospettive future

VACCINO COVID

Con l'avvento del governo Draghi il piano di vaccinazioni ha subito una brusca accelerata: se da una parte le categorie più fragili sono già in lista o hanno già ricevuto la prima dose per fascia di età decrescente, dall'altra parte si inizia a pensare a un piano vaccinale esteso per il personale scolastico e gli alunni, in modo da garantire il prima possibile la normale ripresa delle attività scolastiche.

Non solo: grazie a questo piano le dosi sarebbero somministrate direttamente nei luoghi di lavoro, anche grazire all'aumento dei vaccinatori. 60mila medici del territorio, 40mila specializzandi e 63.600 dentisti e odontoiatri sono all'opera per garantire la copertura.

VACCINO COVID SCUOLA

Nella bozza relativa alle raccomandazioni per gruppi target della vaccinazione, si legge che:

Sono inoltre considerate prioritarie le seguenti categorie, a prescindere dall’età e dalle condizioni patologiche, quali:

  • Personale docente e non docente, scolasticoeuniversitario,
  • Forze armate, di Polizia e del soccorso pubblico, servizi penitenziari e altre comunità residenziali.

Sarà inoltre possibile, qualora le dosi di vaccino disponibili lo permettano, vaccinare all'interno dei posti di lavoro, a prescindere dall'età,fatto salvo chela vaccinazionevengarealizzata in sede, da parte di sanitari ivi disponibili, al fine direalizzareun notevole guadagno in termini di tempestività, efficacia e livello di adesione.

nel frattempo tra le ipotesi c'è anche quella di fornire il vaccino ai maturandi per mettere in sicurezza l'esame. Questo, nonostante a dicembre solo il 44% degli studenti si sia dichiarato a favore della vaccinazione.

Fonte: istock