Ultimo giorno di scuola: le reazioni degli studenti

Di Francesca Ferrandi.

Ultimo giorno di scuola: come lo hanno vissuto gli studenti? Ecco le loro reazioni sui social, tra felicità, malinconia ed emozioni contrastanti

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

Ultimo giorno di scuola: gavettoni, gioia e commozione

Ultimo giorno di scuola: reazioni degli studenti
Ultimo giorno di scuola: reazioni degli studenti — Fonte: istock

Moltissimi sono gli studenti che in queste ore stanno vivendo il loro ultimo giorno di scuola: c’è chi – pronto ad affrontare tra un paio di settimane gli esami di Maturità – ha detto per sempre addio alla scuola e chi, invece, l’ha salutata con un semplice: «Arrivederci, ci vediamo tra tre mesi!». Oltre alle tipologie di congedo, diverse sono state anche le reazioni al Driiiiiiin finale: tra chi, felice come un bambino il giorno di Natale, ha iniziato a festeggiare come se non ci fosse un domani e chi invece, triste di doversi allontanare dalle giornate tra i banchi di scuola in compagnia degli amici, ha lasciato che le lacrime e la commozione avessero la meglio. Che poi – diciamocela tutta – questo contrastante sentimento di gioia mista a malinconia tutti lo hanno provato tutti gli studenti durante l’ultimo giorno di scuola. Ed è giusto che sia così.

Le reazioni sui social di fronte all’ultimo giorno di scuola

Una cosa è certa: non possiamo entrare nel cuore degli studenti e conoscere i loro sentimenti di fronte all’ultimo giorno di scuola. Possiamo, però, cercare di carpirli monitorando le loro reazioni sui social network – dove, si sa, i ragazzi cercano di mettere nero su bianco il proprio essere. Twitter, in quest’ottica, è ben riuscito ad aggregare pensieri, emozioni e impressioni degli studenti di fronte al loro ultimo giorno di scuola.

Euforia mista a disperazione (soprattutto da parte di chi, il 21 giugno, affronterà la prima prova). A presidiare Twitter con l’hashtag #ultimogiornodiscuola però, più che gli studenti troppo impegnati a tirarsi uova e a farsi gavettoni, c’erano i nostalgici, quelli che la scuola l’hanno finita da un po’ e vorrebbero solo dirvi: godetevela finché potete perché tra qualche anno, a ripensare all’ultimo giorno di scuola, non ci sarà gioia ma solo malinconia. Tantissima.