Trasferimenti di ateneo: perché e come spostarsi da un ateneo e verso un altro ateneo

Ecco tutto ciò che c'è da sapere sui trasferimenti di ateneo: come funziona spostarsi da un ateneo e spostarsi da un ateneo

Trasferimenti di ateneo: perché e come spostarsi da un ateneo e verso un altro ateneo

Trasferimenti di ateneo

Se sei uno studente universitario e stai valutando l’idea di trasferirti in un altro ateneo, sei di fronte a una scelta complessa. Ci sono numerosi aspetti da considerare e la procedura richiede attenzione per assicurarsi che tutto vada a buon fine e tu possa trarne beneficio. I trasferimenti di università possono essere motivati da diverse ragioni, come la difficoltà nel proseguire il corso di studi nell'attuale università e la ricerca di migliori opportunità accademiche altrove. Potrebbe essere che l'ateneo di destinazione offra corsi o programmi più adatti ai tuoi interessi e obiettivi. Inoltre, la città in cui vivi può influenzare significativamente la tua esperienza universitaria, soprattutto se sei uno studente fuori sede. Adattarsi a un nuovo ambiente può essere difficile e, talvolta, questo può incidere negativamente sulla tua capacità di concentrarti e studiare. Un trasferimento potrebbe quindi essere motivato dalla necessità di trovare un contesto più congeniale. Se stai cercando informazioni su come procedere, nei prossimi paragrafi troverai tutto ciò di cui hai bisogno: vedremo perché, come trasferirsi da un ateneo all’altro e come si svolge la procedura.

Perché trasferirsi da un ateneo all'altro

Come dicevamo nell’introduzione, le ragioni per le quali uno studente si trasferisce di ateneo possono essere diverse. Tra i motivi più comuni c’è l'insoddisfazione accademica. Dopo aver iniziato un corso di studi ci si può rendere conto che questo non corrisponda alle aspettative dello studente, a causa delle materie, degli esami o dei metodi di insegnamento. Per questi motivi, lo studente può cercare in un altro ateneo un corso simile, che abbia un piano di studi più adatto ai propri interessi, o un corso differente che magari non c’è presso l’ateneo in cui è iscritto. Dunque, l’ambiente accademico, se insoddisfacente, può sicuramente condizionare in negativo il rendimento degli universitari. Altra ragione che può spingere al trasferimento di ateneo è la ricerca di migliori opportunità. A cosa ci riferiamo esattamente? Lo stesso corso di laurea può essere più rinomato presso un ateneo specifico, oppure un’università può aprire le porte a tirocini più interessanti. Allo stesso modo, alcuni docenti possono avere una maggiore fama e molti studenti preferiscono seguire i loro corsi. Le opportunità che un ateneo può offrire sono molteplici e chi pensa a un cambio può farlo anche per trovare migliori situazioni di studio o sbocchi professionali. Oltre all’aspetto accademico, gli studenti che iniziano un percorso universitario vedono la loro vita e la loro routine cambiare. Frequentare le lezioni e preparare gli esami sono solo alcuni degli aspetti della quotidianità. Iniziare una nuova fase della propria vita, in particolare per chi si trasferisce in una nuova città può essere difficile e richiede una fase di adattamento. Non tutti riescono ad ambientarsi in un nuovo contesto e alle volte cambiare di nuovo città può essere la soluzione più adatta.

Che sia verso una località più vicina alla propria famiglia o verso un luogo più in linea con le proprie esigenze, il cambiamento di residenza è una delle ragioni che spingono gli studenti al trasferimento di ateneo. 

Come spostarsi da un ateneo all'altro

Dopo aver considerato i motivi che possono portare gli studenti al trasferimento di ateneo, probabilmente vi starete chiedendo come funziona il processo. Andiamo a considerare, dunque, come spostarsi da un ateneo all’altro, la pianificazione necessaria e gli step da seguire per affrontare con successo questo cambio.

Considerare le ragioni

Prima di iniziare il processo di trasferimento di ateneo è importante pensare ai motivi per i quali volete cambiare. Riflettete bene su questa decisione e considerate pro e contro di questa scelta. Valutate bene le vostre opzioni a disposizione e quando sarete sicuri e consapevoli, allora potrete procedere.

Cercare il nuovo ateneo

Dopo aver preso la decisione di trasferirvi di ateneo, allora è necessario iniziare la ricerca della nuova istituzione presso cui volete studiare. Come dicevamo, i motivi possono essere diversi. Se cambiate per ragioni accademiche, allora cercate università con corsi di studio che vi interessano, se avete dubbi fate questo Test orientamento universitario: scopri per quale facoltà sei più portato. Oppure atenei con piani di studio che reputate migliori o con maggiori opportunità di studio, tirocinio o sbocchi professionali. Se è il cambio di città a motivarvi, allora la ricerca sarà più semplice e sarà ristretta gli atenei presenti nella località che avrete scelto.

Contattare il nuovo ateneo e valutare i requisiti per il trasferimento

Una volta trovato l’ateneo di destinazione sarà arrivato il momento di contattare la segreteria o l’ufficio ammissioni per richiedere le informazioni specifiche sul processo di trasferimento. In questo modo potrete scoprire quali sono i documenti necessari, le eventuali date di scadenza per l’invio della domanda, ottenere informazioni su eventuali convalide di esami che avete già sostenuto. Diventa fondamentale agire in anticipo rispetto alle scadenze, in modo tale da poter preparare la documentazione necessaria con calma ed evitare complicazioni. Una volta ottenute le informazioni richieste valutate i requisiti specifici per il trasferimento all’ateneo che avete scelto. Dovrete essere sicuri di soddisfarli tutti o di fare in modo di esserlo prima della presentazione della domanda. Per questo motivo, vi consigliamo di contattare più atenei prima di procedere, per avere più alternative a vostra disposizione e scegliere la migliore.

Ottenere i documenti necessari

Dopo aver scelto il nuovo ateneo sarà arrivato il momento di raccogliere tutti i documenti necessari per la presentazione della domanda. In base all’istituzione selezionata potreste aver bisogno di documenti e certificati specifici. In genere, tra questi sono presenti: una lettera di raccomandazione, le trascrizioni accademiche ufficiali, l'ISEE per il pagamento delle tasse, una lettera di motivazione e i moduli di domanda dell’ateneo di destinazione.

Contattare l’ateneo attuale

Recatevi presso la vostra segreteria per verificare la procedura anche per l'ateneo attuale. Assicuratevi di aver presentato la domanda in modo corretto e di notificare in tempo l’università presso cui siete al momento iscritti.

Potrebbe essere necessario completare una serie di passaggi amministrativi e consegnare dei documenti.

Invio della domanda

Una volta seguiti i passaggi precedenti e siete sicuri di aver preparato tutto il necessario, allora potrete inviare la domanda e attendere l’esito. Una volta approvato il trasferimento di ateneo non vi resta che seguire le istruzioni fornite dalla nuova segreteria e iniziare il nuovo percorso.

Ascolta il podcast sull'orientamento universitario

Ascolta su Spreaker.

Leggi altri contenuti di Università

Cosa fare dopo il diploma? Guarda il video

Un consiglio in più
VERSIONE BETA

"Chiedi a Marta" è un servizio di supporto all'orientamento universitario sviluppato da Mondadori Media Spa ed utilizza un modello di intelligenza artificiale di ChatGPT per l'elaborazione delle informazioni.
Il servizio viene fornito in versione BETA e per tali caratteristiche può essere soggetto a interruzioni e limitazioni.