Traduzione dei Carmi, Catullo, Versione di Latino, Gellius, 74

Di Redazione Studenti.

Traduzione in italiano del testo originale in latino, parte Gellius 74, dell'opera Carmi di Catullo

CARMI: TRADUZIONE DELLA PARTE GELLIUS, 74

Gellio aveva sentito dire che lo zio era solito sgridare, se uno diceva o faceva cose piacevoli. Perché non gli capitasse, impastò bene la stessa moglie dello zio, e rese lo zio come Arpocrate. Quello che volle, fece: anche se adesso irrumasselo stesso zio, non farebbe una parola lo zio.