Maturità 2019, prima prova: perché Leopardi è da escludere

Di Maria Carola Pisano.

Tracce prima prova 2019, tra le tante possibili ce n'è una che possiamo escludere per la maturità: quella su Leopardi. Ecco perché

MATURITÀ 2019, TRACCE PRIMA PROVA

Maturità 2019, prima prova: perché Leopardi è da escludere
Maturità 2019, prima prova: perché Leopardi è da escludere — Fonte: redazione

Dalla maturità 2019 ci separano ormai pochi giorni e in rete si rincorrono le notizie sul tototema: quali tracce usciranno in prima prova? Tra tutte quelle possibili, alcune sono anche da escludere già ultilizzate dal Miur per l prove di simulazione di dicembre, febbraio e marzo. Le tracce papabili rimangono tantissime e le abbiamo raccolte nel nostro articolo sul tototema, ma tra queste ce n'è anche un'altra che sentiamo di poter escludere: quella su Leopardi

MATURITÀ 2019, PRIMA PROVA

È pensiero comune - anche fra i maturandi del gruppo Facebook Maturità 2019 - che Leopardi sia una delle possibili scelte del Miur per quanto riguarda la traccia di analisi del testo della prima prova 2019, visto e considerato che il Miur ha organizzato anche la celebrazione in occasione dell'anniversario dei duecento anni de L'infinito di Leopardi

PRIMA PROVA ESAME DI STATO 2019

Come fa notare il sito di informazione Orizzontescuola.it Leopardi è un autore che affrontano al quinto anno sono i Licei, mentre Tecnici e Professionali lo studiano durante il quarto anni. Inoltre il Miur ha indicato come finestra temporale dei possibili autori quelli che vanno dall'Unità d'Italia fino a oggi.

In considerazione del fatto che la prima prova 2019 sarà uguale per tutti gli indirizzi di studio, Leopardi è da escludere come traccia per l'analisi del testo. Oltre a Leopardi ci sono altri autori che ci sentiamo di escludere: 

Per quanto riguarda anche la tipologia B e la C dell'esame di Stato, ecco le tracce che possiamo escludere dal tototema: 

TRACCE PRIMA PROVA 2019