Tra e fra in italiano: differenze e quando si usano. Il video

Di Elisa Chiarlitti.

Tra e fra: le differenze e quando si usano queste due preposizioni. La spiegazione e gli esempi in una video lezione di italiano a cura di Emanuele Bosi

TRA E FRA IN ITALIANO

Una prima differenza si trova nell’origine latina delle due preposizioni:

  • FRA: deriva dal latino infra, ovvero sotto – di sotto. Ha subìto un cambiamento di senso nel passaggio all’italiano;
  • TRA: proviene, invece, da intra, che voleva dire in mezzo – dentro.

Oggi, "fra" e "tra" hanno lo stesso significato e quindi anche le stesse funzioni.

La differenza nell’uso dell’uno o dell’altro dipende dalle loro diversità foniche: la scelta andrà effettuata solo per non accumulare lo stesso tipo di suono.

Per esempio: se dobbiamo dire "Una tartaruga tra tante" sarà meglio dire "Una tartaruga fra tante", per evitare un uso eccessivo dei suoni dentali.

Per motivi simili, sarà meglio dire "tra fratelli" anziché "fra fratelli" oppure "fra tre mesi" anziché "tra tre mesi".

La ripetizione dei suoni "fra" e "tra" può essere evitata sfruttando le varianti eufoniche delle due preposizioni.

Queste due preposizioni possono dar vita a otto complementi: Stato in / Moto per / Moto a luogo, Distanza, Tempo continuato, Causa, Partitivo, Compagnia o unione.

@studenti.it

GUARDA LE ALTRE MINI LEZIONI DI ITALIANO