TOLC MED 2023: quali risposte valgono di più in caso di parità

TOLC MED 2023: quali risposte valgono di più in caso di parità? Ecco cosa dice il decreto e quali argomenti hanno la precedenza

TOLC MED 2023: quali risposte valgono di più in caso di parità
getty-images

Test medicina 2023

Test medicina 2023, cosa succede in caso di parità
Fonte: getty-images

Conclusi anche gli ultimi TOLC MED 2023, gli studenti possono iniziare a pensare alle preferenze da inserire contestualmente alla domanda di inserimento in graduatoria (facendosi anche guidare dalla classifica delle migliori università in cui studiare medicina), e a farsi le domande circa il punteggio. Il punteggio equalizzato uscirà nell'area riservata di ciascun studente il 28 luglio e dal 31 potranno fare domanda di inserimento in graduatoria. 

TOLC MED 2023: quali domande valgono di più in caso di parità

Cosa succede nel caso in cui più candidati abbiano raggiunto lo stesso punteggio? Valgono di più le risposte date per certi argomenti, come stabilito dall'articolo 6 del decreto del MUR. Per la graduatoria dei corsi di laurea magistrale in medicina e chirurgia e in odontoiatria e protesi dentaria prevale, in ordine decrescente, il punteggio ottenuto dal candidato nella soluzione, rispettivamente, dei quesiti relativi agli argomenti di biologia, chimica e fisica, matematica e ragionamento, comprensione testo e conoscenze acquisite negli studi. In caso di ulteriore parità, prevale il candidato anagraficamente più giovane.

Test medicina 2023: cosa sapere e cosa fare ora

Cosa si intende per punteggio equalizzato e perché al momento non si può ancora parlare di punteggio minimo per entrare? Ne abbiamo parlato qui:

Ricordatevi inoltre che quest'anno hanno sostenuto i test anche i candidati di quarta superiore, che però concorrono per l'anno accademico 2024-25:

Un consiglio in più