Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria 2001

Domanda 21 di 56

A proposito del suicidio della signora Heitz avvenuto a New York il 25 gennaio 1921, e degli eventi che la condussero a ciò Pirandello osserva:"Poniamo che un disgraziato scrittore di commedie abbia cattiva ispirazione di portare sulla scena un caso simile;
si può esser sicuri che la sua fantasia si farà scrupolo prima di tutto di sanare con eroici rimedi l'assurdità di quel suicidio della signora Heitz, per renderlo in qualche modo verosimile.
Ma si può ugualmente esser sicuri che pur con tutti i rimedi eroici escogitati dallo scrittor di commedie, novantanove critici drammatici su cento giudicheranno assurdo quel suicidio e inverosimile la commedia.
Perchè la vita (...) ha l'inestimabile privilegio di poter fare a meno di quella verosimiglianza a cui l'arte ha il dovere di obbedire."

A questa avvertenza pirandello fa eseguire alcune considerazioni qui riportate in ordine sparso e con qualche modifica formale. Individuate QUELLA INDEBITAMENTE INSERITA, in quanto contrasta con la tesi sostenuta: