Test scienze della formazione primaria 2023: decreto MUR

Test scienze della formazione primaria 2023: ecco il decreto MUR che stabilisce modalità di svolgimento, contenuti e struttura della prova

Test scienze della formazione primaria 2023: decreto MUR
getty-images

Test scienze della formazione primaria 2023

Test scienze della formazione primaria 2023: decreto MUR
Fonte: getty-images

Il Ministero dell'Università e della Ricerca ha pubblicato il decreto che definisce le modalità di svolgimento e i contenuti del test scienze della formazione primaria 2023, prova che si svolgerà in tutta Italia il 20 settembre. La data è la stessa per ogni università perché quello di Scienze della Formazione Primaria fa parte dei corsi ad accesso programmato nazionale ma il compito è diverso ateneo ad ateneo. 

Test scienze della formazione primaria 2023: argomenti e domande

Ciascun ateneo elaborerà la propria prova che dovrà consistere nella soluzione di 80 quesiti con quattro opzioni di risposta di cui una sola quella corretta. Degli 80 quesiti, 40 valuteranno le competenze linguistiche e di ragionamento logico; 20 saranno dedicati alla cultura letteraria, storico-sociale e geografica; i restanti 20 verteranno sulla cultura matematico-scientifica. I candidati avranno a disposizione 150 minuti per lo svolgimento della prova. Un punto sarà attribuito per ogni risposta esatta e 0 punti per ogni risposta omessa o non corretta. Il punteggio minimo per accedere alla graduatoria è di 55/80. Le risposte vengono valutate come segue:

  • 1 punto per risposta corretta;
  • 0 punti per risposta sbagliata o non data.

Test scienze della formazione primaria 2023: come prepararti alla prova

Un consiglio in più