Test salivari scuola: come funzionano, chi li farà, le azioni in programma

Di Redazione Studenti.

Le Regioni iniziano a muoversi sul fronte dei test salivari per la scuola in presenza: ecco come funzionano, chi li farà, e se sono affidabili

TEST SALIVARI SCUOLA

Test salivari scuola: ecco come funzionano e chi li fa
Test salivari scuola: ecco come funzionano e chi li fa — Fonte: getty-images

I test salivari sembrano essere ormai una delle soluzioni più efficaci proposte per il rientro in classe. Si è parlato di farli ogni 15 giorni e molte regioni si stanno attrezzando per procurarsene scorte sufficienti ad effettuare il tracciamento degli alunni, mentre si attendono le linee guida da parte della autorità sanitarie.

Il Sole 24 ore fa il punto, in un articolo, sullo stato dell'arte, ed esamina più a fondo la questione. Vediamo cosa dice e quali sono le novità sui test salivari per la scuola.

TEST SALIVARI, COSA SONO

I test salivari servono ad individuare tracce del virus all'interno della saliva, e sono meno invasivi dei tamponi nasali. Eseguirli in maniera sistematica sui ragazzi permette di identificare l'insorgenza di focolai ma anche di valutare l'eventuale incremento dei contagi.

Ci sono due tipi di test salivari:

  • Molecolare: individua il materiale genetico del virus con la Pcr, una particolare analisi che si effettua solo in laboratorio
  • Antigenico: fornisce il risultato nel giro di una decina di minuti rilevando le proteine di superficie di SARS-CoV-2 presenti nella saliva.

Il test salivare antigenico è meno preciso del molecolare, dunque, come per i tamponi, la positività va confermata con un ulteriore esame. Secondo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, il tampone salivare è una buona alternativa all'altro quando la carica virale è alta, o quando il tampone naso-faringeo non è eseguibile su determinati soggetti.

TEST SALIVARI SCUOLA: COSA FANNO LE REGIONI

Come si stanno muovendo le regioni per attivare i test salivari? 

  • In Veneto Luca Zaia ha dichiarato che insieme all'Università di padova ha scelto delle scuole "sentinella": una rete di decine di istituti sparsi in ogni provincia dove si monitora costantemente il livello di circolazione del Covid, facendo tamponi su tamponi, uno screening a tappeto.
  • Nel Lazio saranno circa 18mila i test salivari a disposizione per la prima tranche di verifiche a campione. I test avverranno ogni 15 giorni.
  • Nelle Marche qualche giorno fa si stava completando l'acquisto di 500mila tamponi salivari proprio per monitorare e limitare la diffusione del Covid-19 nelle scuole.
  • Anche la Liguria si sta muovendo da tempo. Toti dichiara che saranno fatti test covid salivari a campione in alcune classi segnalate a rotazione.

Rientro a scuola 2021, cosa sapere: