Test medicina 2018, come studiare medicina in Romania

Di Redazione Studenti.

Studiare medicina in Romania: lo fanno molti studenti che non riescono a passare il test in Italia. E Timisoara, Bucarest e Arad diventano le nuove mete

STUDIARE MEDICINA IN ROMANIA: OPINIONI E COSTI

Studiare medicina in Romania è un'alternativa per i ragazzi che non passano il test di medicina in Italia
Studiare medicina in Romania è un'alternativa per i ragazzi che non passano il test di medicina in Italia — Fonte: istock

Albania, Bulgaria, Spagna, Francia: sono fra le mete più ambite per i giovani medici e odontoiatri che decidono di tentare un percorso universitario all'estero a causa del temutissimo test d'ingresso in Italia. Ma altra meta ambita per i giovani aspiranti medici è la Romania. Arad, Timisoara, Bucarest, solo per indicare le mete più gettonate, sono tra le città che offrono maggiori possibilità ai ragazzi che scelgono di studiare fuori dall’Italia. Proprio per questo si è venuta a creare una rete di agenzie che fornisce assistenza e supporto pratico agli studenti. Tommaso Porrà, igienista dentale e oggi studente al 6° anno di Odontoiatria alla UMFT Victor Babes di Timisoara, è fra quelli che a queste agenzie, al suo arrivo in Romania, si è rivolto. “Sono arrivato in Romania seguendo le orme di alcuni colleghi igienisti che appena laureati a Cagliari sono partiti per prendere la seconda laurea ad Arad” spiega Tommaso.  “Una volta iscritto al test di ammissione, nel luglio 2013, e una volta sostenuta la prova sono stato letteralmente abbandonato. Non conoscevo la lingua e non sapevo come muovermi. Avevo pagato una cifra spropositata e non avevo ricevuto nessun beneficio millantato”.

Al secondo anno Tommaso decide di mettersi a disposizione dei futuri studenti e aprire la sua agenzia, Studiare a Timisoara - Per Aspera ad Astra. Il primo anno Tommaso e i suoi colleghi partono facendo assistenza a sei ragazzi. Oggi sono più di 42 gli aspiranti medici e odontoiatri che si rivolgono a lui per completare le pratiche burocratiche, capire come muoversi in città e trovare assistenza per ogni possibile necessità. “Le difficoltà maggiori iniziali sono gli alloggi, la lingua e lo spostarsi in città” spiega Tommaso, anticipando un progetto che vedrà la luce nel prossimo futuro: “a Gennaio 2019 inizieremo i lavori per il primo campus universitario dedicato agli stranieri, che si chiamerà G.B.P. Zero”.

STUDIARE ODONTOIATRIA IN ROMANIA

Studiare in Romania è un grande onere per le famiglie. L'università di Timisoara ad esempio, con i suoi 5000/6000 euro annuali di retta - il prezzo varia in base alla facoltà - anche se pubblica è molto costosa, soprattutto quando non si usufruisce di borse di studio. “Le fonti di finanziamento sono solo ed esclusivamente le famiglie dei ragazzi stessi” conferma Tommaso, ma aggiunge: “La vita è ancora accessibile: 250/300 euro è il costo mensile per un appartamento e con 200/300 euro si vive tranquilli. Certo, si deve fare vita da studente”. Ma, assicura, ne vale la pena.

LAUREA MEDICINA E ODONTOIATRIA IN ROMANIA: È VALIDA IN ITALIA?

Per Tommaso, che è partito per la Romania con in tasca una laurea presa in Italia, il metodo di studio romeno infatti non teme paragoni con quello delle università nostrane: “Qui in Romania, e a Timisoara specialmente, l'università è l'unica in Europa che dal 2°anno da la possibilità agli studenti di lavorare sul paziente sotto la supervisione degli assistenti. È l'unica che fa capire realmente quale sarà il futuro lavoro da odontoiatra”. Lo si vede soprattutto nel confronto con i colleghi italiani: “I ragazzi del 5°anno di odontoiatria che vengono a Timisoara con il programma Erasmus restano positivamente senza parole: rimangono estasiati dalla disinvoltura dei loro colleghi del terzo anno nel trattare con dei pazienti”. Molti si allontanano dall’Italia, ma in pochi tornano: “Negli ultimi 4 anni solo 6 ragazzi hanno preferito continuare in Italia” racconta Tommaso. “Tutti però si sono pentiti della scelta fatta e ora tornano a Timisoara con il programma Erasmus”.

MEDICINA SENZA TEST

Differenze rilevanti si hanno anche, ovviamente, sui test d'ingresso. "A Timisoara da quest'anno si concorre per titoli, voto di maturità, voti di chimica fisica e biologia" spiega Tommaso. Inoltre "Dà punteggio un eventuale attestato di lingua B2". Lo stesso vale per Bucarest, mentre chi vuole iscriversi ad Arad dovrà affrontare un test di anatomia e chimica.

Oggi Tommaso, mentre studia per la laurea, lavora già da tre come igienista dentale in una delle migliori cliniche di Timosoara. Sulla sua scelta non ha dubbi: “Se tornassi indietro nel tempo, una volta laureato nel luglio 2008 a Cagliari, a settembre sarei partito alla volta della Romania. Farà la differenza nella mia vita professionale da dentista”.

Leggi tutte le storie degli studenti italiani che hanno scelto di studiare medicina all'estero

  • Studiare medicina all'estero evitando il test
    Una scelta che fanno in molti. Ma cosa significa? Quanto costa? Che validità ha una volta tornati in Italia? Quali prospettive apre? Ne abbiamo parlato con l'Ordine dei medici, con le agenzie che si occupano della preparazione dei ragazzi e con alcuni degli studenti che si stanno formando in università straniere.
  • Studiare medicina in Francia
    Eleonora ha trascorso in Francia un tempo molto breve, ma sufficiente per raccontarci come funziona il sistema universitario francese, quali sono i vantaggi e quali le difficoltà
  • Studiare medicina e Odontoiatria in Spagna
    Matteo, Francesco, Filippo e Susanna sono studenti iscritti alla UEM - Universidad Europea de Madrid, con storie e percorsi diversi. Gli abbiamo chiesto come si trovano e se lo rifarebbero. Ecco le loro risposte
  • Studiare medicina in Albania
    Maria Grazia ha studiato alla Nostra Signora del Buon Consiglio di Tirana e ora è tornata in Italia. Ecco cosa ci ha raccontato sulla sua esperienza in Albania
  • Studiare medicina in Bulgaria
    Alessandro studia alla San Clemente di Ocrida di Sofia in attesa di specializzarsi in un altro paese. Ecco la sua esperienza