Test medicina 2018, come studiare medicina in Albania

Di Redazione Studenti.

Docenti di Tor Vergata, lingua italiana e costo della vita irrisorio. Ecco perché tanti italiani scelgono di studiare medicina in Albania, magari a Tirana

TEST MEDICINA ALBANIA 2018

Sono in molti i ragazzi che scelgono di studiare medicina in Albania, a Tirana
Sono in molti i ragazzi che scelgono di studiare medicina in Albania, a Tirana — Fonte: istock

“Ho scoperto Tirana proprio due giorni prima che scadesse l'iscrizione per il test" racconta Maria Grazia, palermitana, arrivata nella capitale albanese dopo aver tentato - e non superato - il test d'ingresso in Italia. "Ho deciso di provare a Tirana perché era l’unica università all’estero che mi permettesse di studiare in Italiano con i docenti di Roma Tor Vergata” spiega, e aggiunge sicura: “dire che mi sono trovata benissimo è riduttivo”.

Maria Grazia è una delle tante studentesse italiane che ha scelto di inseguire il camice bianco trasferendosi dall'altra parte dell'Adriatico, approdando all’università Nostra signora del Buon Consiglio. Privata, l'università che ha sede nella capitale albanese è da anni uno dei punti di riferimento per gli studenti italiani che scelgono di studiare medicina in Albania. Le motivazioni sono tante. La prima è che, come molte altre università straniere, l'università di Tirana non prevede un test complesso come quello somministrato dagli atenei italiani: il test è composto infatti da quesiti a risposta multipla in biologia, chimica, fisica e matematica: niente logica, la parte spesso più temuta dagli studenti. La seconda è che l'ammissione tiene conto anche del voto del diploma di scuola secondaria, che vale fino a ben 30 punti su 90. Ma la vera particolarità è un'altra: le lezioni si tengono in Italiano, perché i docenti sono italiani.

BANDO MEDICINA TIRANA 2018

L’università di Tirana collabora infatti non solo con l’Università di Roma Tor Vergata, ma anche - per altri corsi di laurea - con l’Università di Bari Aldo Moro e l’Università degli Studi di Firenze. In questo modo non solo  i programmi sono conformi a quanto insegnato in Italia, ma il titolo di studio che viene rilasciato al termine del percorso è una laurea congiunta valida sia in Albania che in Italia, riconosciuta nei paesi UE.

Il costo non è esattamente irrisorio. Per chi non è cittadino albanese, la spesa si aggira intorno agli 8000 euro l’anno. Ma, spiega Maria Grazia, “i costi della vita a Tirana sono molto bassi: con 100-150 euro al mese puoi vivere benissimo”. Con meno di un euro a testa lei e i suoi coinquilini prendevano ogni giorno il taxi per andare all’università: “Un euro corrisponde a circa 130 lek” spiega ancora, quindi “anche le serate costano poco, con circa 500 lek hai anche il free drink e il divertimento è assicurato”.

TEST MEDICINA ALBANIA 2018

Nonostante le grandi somiglianze, le differenze con l'Italia sembrano non mancare. "L'università era organizzata in tutto, curata nei minimi dettagli e offriva anche possibilità di svago: ad esempio il campo di calcio dove i ragazzi dell'università facevano i vari tornei" spiega maria Grazia. La difficoltà, semmai, era proprio nel seguire le lezioni: "I professori, venendo dall'italia, restavano lì per circa una settimana. In un giorno bisognava seguire cinque ore della stessa materia, il che rendeva più difficile potersi assentare per paura di superare il limite di assenze".

TEST MEDICINA TIRANA 2018

Eppure, nonostante l'amore per l'Albania, Maria Grazia non è rimasta a Tirana: è tornata a Palermo, la sua città di origine, e ora studia lì. “Ho deciso di rientrare in Italia solo su pressione della mia famiglia. Fosse stato per me avrei completato lì tutti i sei anni” spiega. Oggi fa parte della schiera degli studenti che rientrano in patria prima del completamento degli studi, approfittando della possibilità di richiedere il trasferimento senza dover sostenere nuovamente il test.

Ma nei suoi sogni l'Albania, tutto sommato, resiste: "Tra i progetti per il futuro sicuramente ho quello di laurearmi e diventare pediatra come mio papà. Amo i bambini e sarebbe il mio sogno. Inoltre, sicuramente vorrò ritornare a Tirana con le mie amiche di li, e soprattutto con Alessandra, la mia ex coinquilina che per me è una sorella. A Tirana ho scoperto cosa significa davvero vivere e che davvero si può essere felici. I tuoi amici diventano la tua famiglia e si creano rapporti talmente forti che a distanza di tre anni è come se niente fosse cambiato".

Leggi tutte le storie degli studenti italiani che hanno scelto di studiare medicina all'estero

  • Studiare medicina all'estero evitando il test
    Una scelta che fanno in molti. Ma cosa significa? Quanto costa? Che validità ha una volta tornati in Italia? Quali prospettive apre? Ne abbiamo parlato con l'Ordine dei medici, con le agenzie che si occupano della preparazione dei ragazzi e con alcuni degli studenti che si stanno formando in università straniere.
  • Studiare medicina in Francia
    Eleonora ha trascorso in Francia un tempo molto breve, ma sufficiente per raccontarci come funziona il sistema universitario francese, quali sono i vantaggi e quali le difficoltà
  • Studiare medicina e Odontoiatria in Spagna
    Matteo, Francesco, Filippo e Susanna sono studenti iscritti alla UEM - Universidad Europea de Madrid, con storie e percorsi diversi. Gli abbiamo chiesto come si trovano e se lo rifarebbero. Ecco le loro risposte
  • Studiare medicina in Bulgaria
    Alessandro studia alla San Clemente di Ocrida di Sofia in attesa di specializzarsi in un altro paese. Ecco la sua esperienza
  • Studiare medicina e odontoiatria in Romania
    Tommaso non è solo uno studente, ma anche un tutor per i futuri Odontoiatri: la sua agenzia li assiste nel corso degli anni, dall'iscrizione alla laurea. Di una cosa è sicuro: la Romania farà la differenza nella sua vita. Ecco perché