Articolo 6 Medicina: come funziona la convalida degli esami?

Di Redazione Studenti.

Test Medicina 2018: scopri come funziona l'articolo 6 per dare esami di Medicina anche se non sei iscritto

ARTICOLO 6 MEDICINA

Una delle alternative che prende in considerazione chi non supera il test di medicina è quella di iiscriversi presso una delle facoltà alternative a numero aperto per studiare argomenti utili per la preparazione del test dell'anno successivo e per dare esami che, una volta entrati a Medicina, potrebbero far convalidare. Questa è una buona tattica per non perdere completamente un anno, ma prima di buttarsi a capofitto occorre capire se e come questo progetto è realizzabile e per farlo bisogna conoscere l’articolo 6, grazie al quale anche gli studenti non iscritti a Medicina possono sostenere alcuni esami del corso.

ARTICOLO 6 MEDICINA: QUANTI E QUALI ESAMI POSSONO ESSERE CONVALIDATI?

Come funziona l'articolo 6 a Medicina
Come funziona l'articolo 6 a Medicina — Fonte: istock

Partiamo dalla normativa: l’articolo 6 del R.D. 1269/38 sancisce che “gli studenti, in aggiunta agli insegnamenti previsti per il proprio corso di laurea, possono iscriversi, per ciascun anno accademico, al massimo a due insegnamenti di altri Corsi di studio di pari livello e di medesimo ordinamento”. Questo significa che, a prescindere dalla facoltà a cui si è iscritti è possibile sostenere due esami presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia (oltre a quelli che, eventualmente sono in comune).

COME FUNZIONA L’ARTICOLO 6 PER MEDICINA?

Bisogna però fare attenzione a due precisazioni importanti:

  • Prima di seguire i corsi e di studiare per i due esami presso la Facoltà di Medicina è sempre meglio informarsi presso la segreteria didattica del proprio ateneo per sapere in che modo è prevista l’applicazione dell’articolo 6, dato che ogni università può decidere l’iter in maniera autonoma.
  • Gli esami così sostenuti saranno utili solo ed esclusivamente se l’anno successivo si riuscirà effettivamente ad entrare a Medicina perché questi non fanno media né vengono conteggiati nei crediti validi per il conseguimento del corso di laurea presso cui lo studente è iscritto al momento in cui li sostiene. Di fatto i due esami sono una sorta di extra nel curriculum e quindi non vengono tenuti in considerazione almeno che non ci si iscriva alla facoltà presso cui sono stati sostenuti.