Test medicina 2020: irregolarità e rischio prove nulle

Di Redazione Studenti.

Test medicina 2020: caos e irregolarità al test d'ingresso. La denuncia del network Consulcesi

TEST MEDICINA 2020

Test medicina 2020, irregolarità e rischio prove nulle
Test medicina 2020, irregolarità e rischio prove nulle — Fonte: istock

Dopo l'uscita della graduatoria anonima del test medicina 2020 e l'individuazione del punteggio minimo per entrare, continuano anche le polemiche sulla prova d'ingresso. Come segnala il network legale Consulcesi, infatti, sarebbero ben 23 atenei su 37 ad essere implicati in illeciti e anomalie e non mancano alcune prove svolte dagli studenti di Professioni Sanitarie e di Medicina in inglese IMAT (International Medical Admissions Test). Le principali irregolarità vanno dai plichi aperti, al mancato rispetto dei limiti di orario, a smartphone in aula, a sorteggi sospetti con nomi già dichiarati per errore. E non finisce qui. Inoltre, fa sapere Consulcesi, molti studenti hanno segnalato evidenti incongruenze tra i codici anagrafici e i rispettivi test.

MEDICINA 2020, IRREGOLARITÀ

«Quest’anno, sono tante e tali le irregolarità rilevate ai Test di Medicina che il rischio è di avere molte prove nulle e far saltare l’intero sistema di selezione – dichiara Massimo Tortorella, Presidente Consulcesi – in questa situazione, i 50mila studenti esclusi hanno serie possibilità di riammissione tramite ricorsi.  Da anni, sosteniamo con convinzione che il criterio di ammissione a medicina vada modificato e che i medici di domani non possano essere scelti da 60 domande con le risposte a crocette. Andrebbe, ad esempio, pensato uno sbarramento al primo anno del corso di laurea, come accade in Francia, o una selezione che tenga conto del curriculum dello studente, come in Spagna».

Leggi le ultime novità sulla prova: