Test Medicina 2017: tutto da rifare? Ecco le ragioni del nuovo ricorso

Di Maria Carola Pisano.

Test Medicina 2017: la prova d'ingresso è da rifare? Ecco l'intervista con l'Avvocato Santi Delia che ci spiega perché si può parlare di ricorso

TEST MEDICINA 2017: IL POSSIBILE RICORSO

Il test Medicina 2017 è da rifare? Ecco le novità
Il test Medicina 2017 è da rifare? Ecco le novità — Fonte: istock

"Così come è strutturato, il test è dannoso per il Paese ed è dannoso per i giovani". Parola dell'Avvocato Santi Delia che da oltre dieci anni difende gli studenti contro il numero chiuso e i test d'ammissione. Sotto la lente di ingradimento è finito il test Medicina 2017 - che per come è organizzato non sembra del tutto legittimo - e in particolar modo le domande di logica che, nel caso di ex aequo, contano più dei quesiti degli altri argomenti.

MEDICINA 2017: DOMANDE DI LOGICA

Le domande del test d'ingresso a Medicina, così come disposto dal Legislatore nel 1999, dovrebbero riguardare argomenti e programmi che si affrontano durante l'ultimo anno delle scuole superiori. Considerato che la logica è invece studiata solo in fase di preparazione ai test d'ingresso - sia nei corsi di preparazione alle prove di ammissione che negli eserciziari - dovrebbe essere ridimensionata, o del tutto eliminata, e non dovrebbe essere presa in considerazione per il test Medicina 2017.

Considerato che il possibile ricorso al test Medicina 2017 entrerebbe nel merito dei quesiti di logica - il cui massimo punteggio è di 30 punti - riguarda i candidati che si trovano in un range di risultato tra 45 e 50, includendo così anche i candidati intorno alla posizione 25.000. Altra condizione necessaria è, però, l'aver totalizzato un punteggio basso nella parte di ragionamento logico. Ad esempio, se il punteggio totale è di circa 45 punti ma nella parte di logica si è arrivati a soli 8, grazie al ricorso si potrebbero guadagnare altri 22 punti che, sommati ai 45, farebbero salire il punteggio ben oltre quello minimo per entrare - al momento fermo a 59,2 con il primo scorrimento di graduatoria -.

RICORSO MEDICINA 2017 BONETTI E DELIA

"Se la logica non verrà eliminata dal test Medicina, il Ministero dovrebbe pensare a un modo per inserirla nei programmi di studio della scuola secondaria di secondo grado", continua l'Avvocato Santi Delia e, a proposito di ricorso, dichiara che "ogni caso sarà valutato individualmente". Per approfondire il tema e capire come tutelarti, quali passi seguire per il ricorso Medicina 2017, guarda il video dell'intervista con l'Avvocato Santi Delia - che da oltre un decennio con l'Avvocato Michele Bonetti scende in campo con gli studenti e contro il numero chiuso - e continua a seguirci per gli aggiornamenti!

RICORSO MEDICINA 2017: VIDEO INTERVISTA CON L'AVVOCATO SANTI DELIA