Test Medicina 2017: "sono medico da 36 anni ma non lo avrei superato. Il test non serve, la selezione arriva dopo"

Di Marta Ferrucci.

Il giorno della pubblicazione dei punteggi minimi arriva lo sfogo di chi non ha superato la selezione ma anche le testimonianze di ottimi medici che a suo tempo entrarono senza il test e che oggi, ammettono, non lo avrebbero superato

TEST MEDICINA, IL GIORNO DELLA VERITA'

Il giorno della pubblicazione dei punteggi anonimi del test di Medicina 2017, sul gruppo facebook Test Medicina e numero chiuso sono migliaia i commenti e gli sfoghi di chi forse non è passato, di chi cerca il punteggio minimo ed informazioni su graduatoria e scorrimenti.

Fonte: istock

Ma ci sono anche le testimonianze di medici che si sono laureati decenni fa e che ammettono: "oggi non avrei superato i quiz". Questa selezione non consente di selezionare i più meritevoli, la vera selezione la fa il corso stesso ed infatti quando l’accesso a Medicina era libero, ad arrivare alla fine degli studi si era davvero in poch.

“Sono un medico laureato 36 anni orsono quando l'accesso era libero. Ci iscrivemmo in tantissimi ma arrivammo in pochi e fu dura” scrive G.C. “Lavoro all' Università da sempre come medico; in corsia ho contribuito a formare medici e specializzandi. Negli anni in cui è' stato introdotto il test di ingresso ho provato a fare i quiz e forse solo una volta o due sarei entrato. Ho acquisito oltre alla laurea tre specializzazioni, un corso di perfezionamento, una idoneità nazionale a primario, ottanta lavori scientifici, scritto come coautore due capitoli di trattati nazionali, sono in corsa per diventare professore a contratto in un corso di laurea. Mi dicono che ho risolto innumerevoli casi clinici complessi e contribuito a portare al meno venti pazienti ad un trapianto d'organo, mi riconoscono di aver salvato molte vite. Ebbene dopo tutto ciò mi chiedo: se fossi stato escluso da medicina per i quiz oltre a me non ci avrebbe forse rimesso anche il SSN e soprattutto i pazienti che a me si sono affidati in questi anni?”.

Gli risponde L.L.: “Sono un medico dal 1982 e se dovessi fare i test oggi non credo che li supererei. (...) I test sono inutili, la selezione diventa naturale sin dal primo anno. Molti si rendono conto che non arriveranno alla fine e ripiegano su Giurisprudenza. I test non servono.

Tutto quello che devi sapere su risultati, punteggio minimo e graduatoria del test Medicina 2017: