Regole e divieti del test Medicina 2018

Di Maria Carola Pisano.

A una settimana esatta da test Medicina 2018, scopri quali sono i divieti e le regole della prova d'ammissione

TEST MEDICINA 2018 DATA

Test Medicina 2018: divieti e regole
Test Medicina 2018: divieti e regole — Fonte: istock

Sono oltre 67.000 le future matricole per il Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia che parteciperanno alla prova d'ammissione nazionale del 4 settembre. Oltre alla preparazione necessaria ad affrontarlo, è bene sapere anche quali sono le regole del test: cosa portare, quali sono i divieti e i comportamenti che potrebbero portare all'annullamento della prova d'ammissione.

BANDO MEDICINA 2018 MIUR

Ora vi starete chiedendo dove si possono trovare questo tipo di informazioni che vi permetteranno di non rischiare l'annullamento del test Medicina 2018. Ci viene in soccorso il bando del Miur, lo stesso che avete consultato per procedere all'iscrizione alla prova d'ingresso. Vediamo quali sono le regole e i divieti che da tenere a mente per tutta la durata del test, pena l'annullamento.

  • Non si può interagire con gli altri candidati: sia che vogliate chiedere l'ora o dei suggerimenti, rischiate di farvi annullare il test.
  • E' vietato introdurre e utilizzare all'interno dell'aula in cui si svolgerà il test strumenti come: smartphone, smartwatch, palmari, pc.
  • E' vietato portare e consultare manuali, appunti, libri e qualsiasi altro testo di consultazione.
  • Se vi siete procurati penne in cui inserire bigliettini abbiamo una brutta notizia per voi: l'unica penna che potrete usare sarà fornita dall'ateneo stesso.

Leggi attentamento il bando con le linee guida per la prova prima del 4 settembre.

Utilizza al meglio le ultime settimane per studiare per il test Medicina 2018. Il nostro consiglio è di allenarti con le prove degli anni precedenti e le simulazioni online per valutare la tua preparazione. In base ai risultati ottenuti e alle risposte che non conosci, potrai scoprire su quali argomenti è meglio focalizzare la tua attenzione: