Terza prova 2018: cosa decide la commissione il 22 giugno

Di Maria Carola Pisano.

Terza prova maturità 2018: scopri cosa decide la commissione d'esame il 22 giugno

TERZA PROVA MATURITA' 2018

Terza prova maturità 2018: cosa succede il 22 giugno
Terza prova maturità 2018: cosa succede il 22 giugno — Fonte: istock

La terza prova maturità 2018 è lo scritto non ministeriale le cui domande vengono stabilite dai docenti della commissione d'esame. Gli studenti non dovrebbero conoscere né materie né domande, ma la realtà dei fatti e un po' diversa perché sono molte le classi a cui i professori hanno anticipato solo le materie.

MATERIE TERZA PROVA MATURITA' 2018

Domande e materie della terza prova maturità 2018 vengono decise dai commissari d'esame che decidono anche la struttura dello scritto. Le tipologie della struttura della terza prova sono diverse, le commissioni scelgono se utilizzare una fra quelle riportate di seguito:

  • Tipologia A, trattazione sintentica con 5 domande e risposte da 10-20 righe circa
  • Tipologia B, quesiti a risposta singola con 10-15 domande
  • Tipologia C, quesiti a risposta multipla
  • Tipologia D, problemi a soluzione rapida
  • Tipologia E, analisi di casi pratici e professionali
  • Tipologia F, sviluppo di un progetto

Ricordati che le tipologie B e C possono essere combinate.

La struttura della terza prova 2018 viene stabilita dalla commissione d'esame entro la giornata del 22 giugno stando alle informazioni contenute nel documento del 15 maggio. Agli studenti rimane, per prepararsi al terzo scritto, tutto il fine settimana, fino al 25 giugno. Alcune scuole, però, potrebbero affrontare la terza prova in ritardo a causa dei ballottaggi: ecco la lista completa dei capoluoghi in cui la terza prova potrebbe essere rimandata.

TERZA PROVA 2018 RIPASSO