Come affrontare la terza prova maturità 2018 senza ansia

Di Valeria Roscioni.

Terza Prova Maturità 2018: ansia da ripasso? Dopo la prima e la seconda prova affronta con noi il quizzone e tutto andrà bene

STUDIARE PER LA TERZA PROVA

La prima e la seconda prova sono le prime ad essere affrontate dai maturandi in ordine temporale ma non per questo sono le più temute: la terza prova, infatti, spaventa la maggior parte degli studenti. Sei anche tu uno di loro? Non aver paura: quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare. Anche se hai seguito regolarmente tutte le lezioni e hai studiato durante tutto l'anno scolastico, può essere utile un mega ripasso di tutte le materie, perché fino all'ultimo non conoscerai né le materie né le domande. Facile, in un momento così duro, lasciarsi prendere dall'ansia: noi ti diamo i suggerimenti per liberartene per arrivare più sereno possibile alla maturità 2018.

Maturità 2018 gruppo Facebook: iscriviti subito e resta aggiornato su tutte le novità.

Da non perdere: Maturità 2018: come scoprire in anticipo le materie della terza prova

Terza prova maturità 2018: affrontala senza ansia
Terza prova maturità 2018: affrontala senza ansia — Fonte: istock

TERZA PROVA SENZA ANSIA: COME FARE - Ora che sei carico è probabile che un po' di ansia ti assalga vigliaccamente alle spalle. Per non lasciarti cogliere alla sprovvista il primo passo è ricordarti che non esiste solo lo studio nella vita. Il che significa che una piccola percentuale della tua giornata deve essere dedicata a fare altro. Prendila come un compito, una condizione necessarie e sufficiente per sopravvivere non solo alla terza prova, ma proprio alla Maturità! Almeno per due ore al giorno quando sei sotto Esame devi dedicarti ad un'attività del tutto diversa: cinema, palestra, passeggiate, origami, uncinetto... Non fa nessuna differenza: l'importante è sgombrare la mente. Anche facendo così, comunque, un po' di agitazione ti rimarrà addosso. Il modo migliore per avere la meglio è affrontarla in un faccia a faccia senza esclusione di colpi. Può sembrare follia, ma è scientificamente dimostrato che, una volta vissuta del tutto, qualunque emozione è destinata a passare. Perciò concediti un minuto di panico e il minuto dopo starai subito meglio! Infine ricordati di non studiare sul letto, di mangiare sano e di non fare sedute di studio troppo lunghe. "Tutto qui?" starete pensando voi. Esatto: tutto qui. Il resto si chiama studiare sodo, ma per quello troverai tutto ciò che ti serve per affrontare la terza prova qui: Terza prova: come organizzare il ripasso
Tecniche di rilassamento per superare l'ansia da esame