Terza prova 2018: perché gli studenti hanno passato la notte in bianco

Di Maria Carola Pisano.

Crisi da terza prova maturità 2018: ecco perché gli studenti hanno passato la notte in bianco

TERZA PROVA 2018

Terza prova maturità 2018: come hanno passato la notte prima gli studenti
Terza prova maturità 2018: come hanno passato la notte prima gli studenti — Fonte: istock

Se non sapessimo come hanno passato la notte gli studenti della maturità 2018 prima dei primi due scritti, potremo dire che la notte più agitata è stata quella prima della terza prova maturità 2018: gli studenti del gruppo Facebook Maturità 2018 hanno animato il gruppo durante tutta la notte. Si alternavano momenti di condivisione dello studio, come Jasmine che, intorno alle 6:00, ha scritto "Ditemi che non sono la sola che ha dormito 3 ore e che è sveglia dalle 2 per studiare" e ha trovato l'appoggio di altri circa 50 studenti svegli come lei per studiare.

NOTTE IN BIANCO PRIMA DELLA TERZA PROVA

Ida, ancora sveglia a tarda notte, scrive: "Esiste la vita dopo la terza prova maturità 2018?", un commento ironico per sdrammatizzare e concedere a tutti gli studenti della maturità un momento per sollevare la testa dai libri e sorridere. Mentre molti di loro si sono cimentati in un ripasso generale di tutte le materie, altri hanno preferito investire il loro tempo in un preciso lavoro di copiatura: c'è chi ha prodotto bigliettini di tutti i programmi e di tutte le materie e, anche se copiare è vietato, noi vogliamo spezzare una lancia a favore dei bigliettini. Riscrivere appunti - anche se per copiare - è sempre utile perché consente agli studenti di ripassare. Quello che, invece, non vi consigliamo, è di usare gli appunti, pena l'esclusione dell'esame di Stato. 

RIPASSO TERZA PROVA

Affronterai la terza prova in ritardo rispetto agli altri maturandi? Ecco come ripassare: