Terremoto in Emilia: gli esami di maturità e di terza media si svolgeranno regolarmente

Di Barbara Leone.

Nonostante i gravi disagi causati dai terremoti che stanno colpendo l'Emilia Romagna, l'Ufficio Scolastico ha comunicato che non ci saranno ripercussioni sugli esami nelle scuole

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

Il terremoto sta sconvolgendo il Nord Italia ed in modo particolare l'Emilia Romagna, ma si cerca di mantenere la normalità per quanto è possibile. Per questo motivo Elena Malaguti, assessore all'Istruzione della Provincia di Modena, ha comunicato che gli esami di terza media e gli esami di maturità si svolgeranno regolarmente: "Gli esami di terza media e di maturità in tutti i Comuni colpiti dal sisma si svolgeranno regolarmente. Il compito di Provincia, Ufficio scolastico provinciale, Comuni e dirigenti scolastici è ora quello di individuare le sedi perché gli studenti possano affrontare gli esami in condizione di massima sicurezza e tranquillità psicologica".

TOTOESAME MATURITA' 2012: COSA USCIRA' ALLA PRIMA PROVA >>

esame_8Nei comuni di Finale Emilia e Mirandola, i più colpiti dal terremoto, sono 617 gli studenti che dovranno sostenere la maturità. L'Ufficio scolastico provinciale è alla ricerca di sedi sicure dove far sostenere l'esame. Se non si riuscirà a trovare un posto nei due paesi, allora gli studenti dovranno sostenere l'esame in un altro comune, che sarà comunicato il prima possibile. Probabilmente i maturandi potrebbero essere mandati a Modena per sostenere l'esame. In ogni modo sarà organizzato un servizio di trasporto per condurre gli studenti nella sede dell'esame.

TEST INVALSI DI TERZA MEDIA: SIMULAZIONI PER PREPARARSI ALL'ESAME >>

Per quanto riguarda, invece, l'esame di terza media, sono 964 gli studenti che dovranno sostenere le varie prove e che abitano nei comuni di Cavezzo, Medolla, San Prospero, Concordia, San Possidonio, Finale Emilia, Mirandola, San Felice, Camposanto e Novi. Ogni comune sta individuando una sede appropriata da adibire a sede ufficiale per gli esami. E la Provincia ha comunicato che "prima degli esami, verranno individuate modalità di relazione con studenti e famiglie in modo da curare la preparazione nel miglior modo possibile".