I termini dell'identità di genere: cosa significa transgender

Di Redazione Studenti.

Transgender: cosa significa il termine e in cosa si differenzia da transessuale. Come interpretare questa parola, parte del lessico dell'identità di genere

IDENTITÀ DI GENERE

Cosa significa transgender?
Cosa significa transgender? — Fonte: getty-images

I nuovi termini dell'identità di genere sono entrati a pieno titolo nel vocabolario contemporaneo: è sempre più frequente imbattersi in termini ancora poco usati fino a poco tempo fa: cisgender, transgender, agender, non binary. . . tutti questi, solo per citarne alcuni, identificano qualcosa di ben preciso su cui è importante soffermarsi. E non solo perché servono a conoscere le sfumature del mondo che ci circonda, ma perché solo conoscendoli e usarli correttamente possiamo lavorare attivamente a un linguaggio davvero inclusivo.

COSA SIGNIFICA TRANSGENDER

Il termine transgender include la preposizione latina trans, che significa "al di là": una persona trasngender è quindi una persona che si riconosce nel genere opposto rispetto al sesso biologico.

Il termine, che si oppone a cisgender, include anche il concetto di transessuale e di non binary gender, termine che indica chi si sottopone alla transizione da un sesso all'altro.

Per rivolgersi a una persona transessuale si utilizza il pronome corrispondente alla sua identità di genere e non al sesso biologico.

  • La transizione dal genere maschile a quello femminile si indica con MTF (male to female);
  • La transizione dal genere maschile a quello femminile si indica con FTM (female to male).

Se ti interessa l'argomento, leggi anche questo articolo, che dà un interessante spunto su una serie tv che tratta anche di questi temi:

Leggi anche:

GUARDA IL VIDEO