Primo e secondo teorema di Euclide: dimostrazione e formule

Teorema di Euclide: spiegazione, formule ed esempi del primo e del secondo teorema del matematico dell'Antica Grecia

Primo e secondo teorema di Euclide: dimostrazione e formule
getty-images

Teorema di Euclide

Primo e secondo teorema di Euclide
Fonte: getty-images

Euclide è considerato uno dei più importanti matematici della storia antica greca. Vissuto tra il IV e il III secolo a.C. Euclide è l'autore dell'opera che getta le basi della geometria piana elementare e della geometria solida. Il primo e il secondo teorema di Euclide mettono in relazione l'altezza dell'ipotenusa di un triangolo e la misura dei cateti con le proiezioni dei cateti dell'ipotenusa

Primo teorema di Euclide

Ecco l'enunciato del primo teorema di Euclide:

In un triangolo rettangolo il quadrato costruito su uno dei due cateti è equivalente ad un rettangolo che ha per dimensioni l’ipotenusa e la proiezione del cateto stesso sull’ipotenusa.

Fonte: redazione

Secondo teorema di Euclide

Ecco l'enunciato del secondo teorema di Euclide:

In ogni triangolo rettangolo un cateto è medio proporzionale tra l’ipotenusa e la proiezione del cateto stesso sull’ipotenusa".

    Domande & Risposte
  • Come si calcola il primo teorema di Euclide? 

    In un triangolo rettangolo il quadrato costruito su uno dei due cateti è equivalente ad un rettangolo che ha per dimensioni l’ipotenusa e la proiezione del cateto stesso sull’ipotenusa.

  • Quali sono i cateti?

    In un triangolo rettangolo i due lati che formano l'angolo retto prendono il nome di cateti mentre il lato restante, che risulta essere quello più lungo, prende il nome di ipotenusa

Approfondisci

Un consiglio in più