Tema svolto sulle paure adolescenziali

Di Redazione Studenti.

Tema svolto sulle paure adolescenziali: di cosa hanno paura gli adolescenti e perché. Esempio di tema argomentativo svolto

TEMA SULLE PAURE ADOLESCENZIALI

Di cosa hanno paura gli adolescenti, e perché?
Di cosa hanno paura gli adolescenti, e perché? — Fonte: getty-images

La paura è certamente uno degli aspetti principali e più significativi nella vita di chiunque. L'adolescenza, una fase tanto delicata e complicata nella vita di una persona, è il periodo in cui questa viene maggiormente avvertita.

Le paure si possono dividere in due grandi insiemi: quelle concrete e le preoccupazioni.

La paura è definita come un intenso turbamento misto a preoccupazione che avviene per qualcosa che si percepisce come una minaccia per il presente o il futuro.

Le paure concrete sono quelle materiali, anche quando si tratta di questioni molto pratiche, materiali: accade nel caso della paura di un certo tipo di animali - i cani, o gli insetti, ad esempio - e a volte può risalire a retaggi infantili. Si può avere ad esempio paura dei cani per essere stati morsi da un cane quando si era piccoli. In altri casi la paura è irrazionale: si può avere paura dei ragni non perché sia accaduto qualcosa di particolare nella propria vita, ma perché il cervello li percepisce semplicemente come una minaccia dalla quale è preferibile stare alla larga.

Paure irrazionali possono essere quella dell’altezza, le cosiddette vertigini,che possono partire anche da retaggi psicologici o ereditari. Stesso vale per la paura del buio, anche questa infantile, presente di solito nei bimbi piccoli, ma che a volte rimane anche crescendo.

Si può poi avere paura degli estranei e del "diverso da noi": tutto ciò che identifichiamo come sconosciuto può essere una possibile minaccia, ed è proprio da qui che si generano altri comportamenti ben più gravi e radicati nella società, come il razzismo o l'emarginazione dell'altro.

PAURA IN ADOLESCENZA

Una delle paure tipiche dell’adolescenza è quella delle responsabilità: sapendo che tutti noi stiamo crescendo sappiamo bene che pian piano le responsabilità di cui ci facciamo carico aumentano, e in alcuni questo spaventa. Personalmente, vedo questa fase ancora troppo lontana perché possa farmi paura.

Una paura che però sento molto vicina è quella del futuro vero e proprio: cosa farò quando sarò grande, come mi manterrò quando i miei genitori  finiranno di farlo. L’unico modo per evitare questa preoccupazione è cercare di costruire ora bene le basi che poi mi serviranno, impegnandomi a scuola.

Altre preoccupazioni quotidiane sono quella di affrontare una prova, un compito in classe o una competizione.

Infine, c'è la paura di non essere accettati dai coetanei: l’ho provata alcune volte, per esempio col cambio di scuola l’anno scorso, oppure in vacanza facendo nuove amicizie ecc. Ogni volta il timore c’è, ma è quasi sempre senza motivo e alla fine va tutto per il verso giusto.

Ma tutte queste paure e queste preoccupazioni sono innate? Secondo me la risposta è no. Forse alcune possono esserlo, ma tutte o quasi hanno una spiegazione o un'origine.

La stragrande maggioranza delle paure secondo me ha origine dall’influenza dei mass media, ovvero sono le informazioni che questi ci danno che contribuiscono a farci aver più paura di determinate cose.

Io come tutti gli altri ho le mie paure, i miei timori e le mie preoccupazioni ma giorno per giorno cerco di affrontarle quando mi è possibile, di far qualcosa per contribuire al fatto che la paura non si dimostri vera nel futuro o, comunque imparo a conviverci quando non mi è possibile fare nulla di questo.

COME SI SCRIVE UN TEMA DALLA A ALLA Z

Ascolta la puntata del nostro podcast che ti spiega i truchi migliori per scrivere un buon tema

Ascolta su Spreaker.