Tema sulla crisi economica

Di Redazione Studenti.

Tema sulla crisi economica del 2007: cause, conseguenze, aspetti negativi e positivi della crisi

TEMA SULLA CRISI ECONOMICA

Tema sulla crisi economica
Tema sulla crisi economica — Fonte: getty-images

Sull’intera comunità mondiale a partire dal 2007 si è abbattuta anni una tremenda crisi finanziaria. Una delle conseguenze più drammatiche è che essa compromette uno sviluppo sociale e civile che si credeva inarrestabile e ad esserne coinvolte perlopiù sono le nuove generazioni. Tutto cominciò nell’estate del 2007 con la cosiddetta crisi americana dei mutui immobiliari a condizioni molto poco favorevoli per i debitori che portò alla bancarotta e alla chiusura di alcuni famosi istituti di credito come la Lehman Brothers e la Goldman Sachs.

Nell’arco di pochi mesi la crisi si è poi estesa all’Europa e praticamente globalmente e da allora una vera e propria reazione a catena si è innescata portando alla sfiducia dei mercati borsistici e ad una elevata inflazione a livello mondiale. Nell’arco di due anni poi la ricchezza interna di molti paesi è crollata, a cominciare proprio da alcune realtà occidentali, che negli ultimi anni pensavano avere un benessere dal considerarsi costantemente in crescita.

Nel 2011 molti paesi come Portogallo e Grecia hanno dovuto fare i conti con una situazione disastrosa, a causa dell’allargamento della crisi dei debiti sovrani e la conseguente influenza sulla finanza pubblica. Il rischio di insolvenza è stato evitato solo grazie ad interventi da parte degli altri stati della cosiddetta Eurozona. Le problematiche scatenate hanno avuto ripercussioni politiche ma anche sociali sulle popolazioni coinvolte. A “pagare la crisi” sono infatti le fasce di popolazione meno difese dalle tutele storiche, come quelle riguardanti il mondo del lavoro. I tassi di disoccupazione però non sono aumentati solo a causa dei licenziamenti, ma soprattutto per le difficoltà da parte delle fasce di popolazione più giovani di trovare una sistemazione stabile, non solo dal punto di vista lavorativo.

Per la prima volta inoltre dal dopoguerra, una altissima percentuale di giovani vede davanti a sé prospettive di crescita assai inferiori rispetto a quelle della generazione precedente.

Le difficoltà ad ottenere un lavoro e a mantenerlo, infatti, si traducono  in una serie di impedimenti che si riflettono sull’impossibilità di trovare casa, di costruire una famiglia e non ultimo di contribuire all’economia, dal momento che difficilmente questi giovani riescono a costruirsi un ruolo economico e sociale capaci di garantire loro una autonomia di vita.
Tutto ciò ha fatto sì che la popolazione mondiale sia arrivata ad affrontare una crisi economica probabilmente superiore a quella del 1929, senza la possibilità di contare realmente su un aiuto da parte dello stato. Probabilmente se si attuasse una politica diversa, o se si riuscisse a mettere in pratica misure basate sul sostegno dello stato alle imprese, oltre che ai lavoratori e alle famiglie, l’intera economia potrebbe trarne giovamento.

Particolarmente importante infatti sarebbe dare la possibilità a tutti di costruire la propria vita su solide basi permettendo inoltre maggiore partecipazione alla vita economica del paese. In questo modo, si potrebbero rilanciare l’economia che oggi è innegabilmente in difficoltà per una totale mancanza di domanda dovuta proprio agli esiti disastrosi della crisi. Serve una azione comune per il rilancio dei consumi. Le imprese hanno bisogno di domanda di beni, di gente che sia in grado di comprare, solo così si rimette in moto un circolo virtuoso.

CONCLUSIONE

La crisi però ha anche portato elementi da valutare positivamente quali la maggior attenzione e consapevolezza dei consumatori nel decidere gli acquisti uniti ad un impegno per ridurre gli sprechi anche se preoccupa il fatto che in ampi segmenti di popolazione rinunciano alla qualità dei prodotti per puntare solo sulla convenienza perché ciò rappresenta un passo indietro rispetto a conquiste costruite nel tempo.

TEMI SVOLTI

Guida al tema sull'adolescenzaGuida al tema sull'immigrazioneGuida al tema sull'amiciziaGuida al tema sul femminicidioGuida al tema sul NataleGuida al tema sui social network e i giovaniGuida al tema sui giovani e la crisi economicaGuida al tema sul rapporto tra i giovani e la musicaGuida al tema sulla comunicazione ieri e oggiGuida al tema sulla famigliaGuida al tema sull'amore e l'innamoramentoGuida al tema sull'alimentazioneGuida al tema sullo sport e sui suoi valoriGuida al tema sulle dipendenze da droga, alcol e fumoGuida al tema sulla ricerca della felicitàGuida al tema sul bullismo e sul cyberbullismoGuida al tema sulla globalizzazioneGuida al tema sul razzismoGuida al tema sulla fame nel mondoGuida al tema sull'eutanasia e l'accanimento terapeuticoGuida al tema sulla libertà di pensieroGuida al tema sulla mafia