Tema sulla bellezza

Di Redazione Studenti.

Tema sulla bellezza: la percezione della bellezza, la bellezza oggettiva, il mito della bellezza assoluta e riflessione sulla bellezza.

TEMA SULLA BELLEZZA: TRACCIA

Tema svolto sulla bellezza
Tema svolto sulla bellezza — Fonte: getty-images

Nella società contemporanea si è imposto, anche presso i giovani, il mito dell’assoluta bellezza sostenuto e imposto dalla chirurgia plastica e dai mille ritrovati della moderna tecnologia e ricerca scientifica (centri fitness dotati di strumenti e macchine sempre nuovi, prodotti cosmetici…). Come spieghi questo fenomeno? Affronta criticamente il problema. Di seguito il tema svolto da una studentessa sulla bellezza.

TEMA SVOLTO SULLA BELLEZZA

Nella società odierna la forma è considerata più importante dei contenuti, almeno per quanto concerne l’aspetto fisico: un corpo bello ed efficiente è più importante di una mente intelligente, colta ed istruita; il modo d’abbigliarsi e d’apparire di una persona è preso in considerazione più delle sue idee e qualità intrinseche.

Oggi il culto del proprio corpo sta raggiungendo livelli a volte esagerati, proprio perché la società stessa richiede che ogni individuo sia di se stesso l’immagine migliore, così si spiega il proliferare di dietologi, palestre, centri di estetica e chirurgia plastica, perché la parola d’ordine è: essere magri e belli. Quindi ad esempio, rinunciare al gusto piacevole d’un gelato d’estate e di una cioccolata calda con panna d’inverno; di conseguenza molti cibi vengono banditi dalle nostre tavole perché ricchi di calorie, di grassi e di zuccheri; eppure, senza abusarne è importante che la nostra alimentazione si avvalga anche di questi cibi perché nella giusta misura sono utili alla nostra salute.

IL MITO DELLA BELLEZZA

Il mito dell’assoluta bellezza viene oggi imposto alle persone attraverso i mass media: ad ogni ora del giorno, in televisione possiamo vedere pubblicità che ci esortano ad acquistare creme “miracolose” che da un giorno all’altro sono in grado di trasformare il viso rugoso di una cinquantenne in un viso vellutato di una vent’enne, creme per chi ha problemi di cellulite, o ancora shampi e fiale anti-caduta che illudono uomini soggetti a calvizie. Non sono solamente le pubblicità a bombardarci con queste soluzioni prodigiose, bensì anche gli stessi programmi fanno la loro parte: quante volte ci è capitato di guardare trasmissioni dove su cento ragazze in gara, solo una, attraverso delle selezioni, riesce ad aggiudicarsi il titolo di miss grazie alla sua bellezza? Molteplici volte abbiamo visto sfilate di moda dove solo bellezze statuarie e spesso molto magre sfoggiano il loro apparire, o addirittura programmi in cui come protagonista vi è una persona che ha un modo di vestirsi poco consono alla sua figura, alla quale vengono insegnati, da due specialisti della moda, i segreti per sfoggiare adeguatamente abiti costosi e dallo stile raffinato, capaci di porre in risalto i suoi punti forti.

Ascolta su Spreaker.

TEMA SULLA BELLEZZA NELL’ARTE

Oggi questo mito, oltre che dai mass media e dalle riviste, dove vengono suggerite diete last minute per chi è in ritardo con la prova costume, viene esposto in qualsiasi tomo di storia dell’arte. Fin dall’antichità infatti, la bellezza veniva misurata sulla base di un modello estetico di riferimento, caratterizzato da proporzioni fisiche ideali.

RIFLESSIONE SULLA BELLEZZA

Io mi ritengo una di quelle persone che non riesce a comprendere perché si debba sempre avere l’ossessiva mania di curare nei minimi particolari ogni parte del proprio corpo, per renderlo simile, a quello perfetto di una modella, di una “star” del cinema o della televisione o, ancora, per renderlo compatibile con l’ultimo grido della moda, mi sembra davvero un’esagerazione contro natura.

A mio parere, bisogna imparare ad accettarsi come si è, ad apprezzarsi e farsi apprezzare dagli altri per le qualità che si hanno, senza spendere centinaia e centinaia di soldi per “lifting”, trucchi, prodotti dietetici e cliniche di bellezza. Tutte queste esagerazioni sono in grado di mettere a repentaglio la nostra vita, portandoci, spesso, a soffrire di patologie, come ad esempio l’anoressia, che gravano sulla nostra salute, perciò ritengo debbano essere condannate.

Temi svoltiGuida al tema sull'adolescenzaGuida al tema sull'immigrazioneGuida al tema sull'amiciziaGuida al tema sul femminicidioGuida al tema sul NataleGuida al tema sui social network e i giovaniGuida al tema sui giovani e la crisi economicaGuida al tema sul rapporto tra i giovani e la musicaGuida al tema sulla comunicazione ieri e oggiGuida al tema sulla famigliaGuida al tema sull'amore e l'innamoramentoGuida al tema sull'alimentazioneGuida al tema sullo sport e sui suoi valoriGuida al tema sulle dipendenze da droga, alcol e fumoGuida al tema sulla ricerca della felicitàGuida al tema sul bullismo e sul cyberbullismoGuida al tema sulla globalizzazioneGuida al tema sul razzismoGuida al tema sulla fame nel mondoGuida al tema sull'eutanasia e l'accanimento terapeuticoGuida al tema sulla libertà di pensieroGuida al tema sulla mafia