La fortuna in Dante, Boccaccio, Machiavelli, Guicciardini e Ariosto: tema svolto

Di Redazione Studenti.

Tema svolto sulla fortuna in Dante, Boccaccio, Machiavelli, Guicciardini e Ariosto: il pensiero degli autori e la loro posizione

LA FORTUNA IN DANTE, BOCCACCIO, MACHIAVELLI, GUICCIARDINI E ARIOSTO: TEMA SVOLTO

Tema svolto sulla fortuna in Dante, Boccaccio, Guicciardini e Ariosto
Tema svolto sulla fortuna in Dante, Boccaccio, Guicciardini e Ariosto — Fonte: getty-images

Come affrontano il tema della fortuna Dante, Boccaccio, Machiavelli, Guicciardini e Ariosto? Vediamo insieme alcuni esempi chiarificatori che ci aiuteranno a scrivere un tema argomentativo sulla posizione che questi autori hanno sulla fortuna.

LA FORTUNA IN BOCCACCIO

Per Giovanni Boccaccio la fortuna era una forza che muove il mondo, era cieca e casuale e l’umanità era costretta a misurarsi con questa. La fortuna poteva essere in grado, secondo Boccaccio, di abbattere i progetti umani o le virtù, se vogliamo prendere in considerazione anche Machiavelli.

LA FORTUNA PER MACHIAVELLI

Macchiavelli scrive che l'uomo può affrontare, con la virtù, le sfide che che la fortuna gli riserva. Al contrario Guicciardini ha una visione pessimistica: per l'autore la fortuna è necessaria per portare a termine i propri progetti. Per Guicciardini, l’uomo non può contrastare la sorte avversa, come invece sostiene Machiavelli, tuttavia, esso nel decidere della sua vita deve affidarsi sempre alla dignità della ragione e non al caso.

LA FORTUNA IN DANTE

L'interpretazione della fortuna in Dante, essendo di molto antecedente, è molto diversa. Nella Divina Commedia infatti il destino assume un significato religioso. La fortuna rappresenta l’intelligenza celeste e provvidenziale, che amministra il disegno di Dio in modi incomprensibili alla ragione umana. Per Dante la fortuna non è né capricciosa né crudele, ma è al di sopra delle capacità interpretative dei mortali.

LA FORTUNA IN ARIOSTO

Prendiamo ora in considerazione la fortuna in Ariosto. Per Ariosto la fortuna non ha logica, colpisce qualsiasi uomo senza distinzioni e ed è capace di cambiare il corso delle cose. Ciò è evidente in tutto l’Orlando Furioso dove i personaggi e il ritmo della storia cambiano da eventi che alterano profondamente l’andamento lineare della loro vita.

Il tema della fortuna è quindi stato trattato da molti poeti e letterati e ognuno di loro pensava la fortuna in modo diverso. Forse è stata proprio la fortuna, o la mancanza di questa, a condizionare il loro pensiero. In fondo l’uomo non nasce con una propria visione, ma sono l’esperienza, l’ambiente e il destino a portarlo a pensare in un certo modo e ad agire di conseguenza.

TEMI SVOLTI

Guida al tema sull'adolescenzaGuida al tema sull'immigrazioneGuida al tema sull'amiciziaGuida al tema sul femminicidioGuida al tema sul NataleGuida al tema sui social network e i giovaniGuida al tema sui giovani e la crisi economicaGuida al tema sul rapporto tra i giovani e la musicaGuida al tema sulla comunicazione ieri e oggiGuida al tema sulla famigliaGuida al tema sull'amore e l'innamoramentoGuida al tema sull'alimentazioneGuida al tema sullo sport e sui suoi valoriGuida al tema sulle dipendenze da droga, alcol e fumoGuida al tema sulla ricerca della felicitàGuida al tema sul bullismo e sul cyberbullismoGuida al tema sulla globalizzazioneGuida al tema sul razzismoGuida al tema sulla fame nel mondoGuida al tema sull'eutanasia e l'accanimento terapeuticoGuida al tema sulla libertà di pensieroGuida al tema sulla mafia