Scuola: stop alle tasse scolastiche

Di Francesca Ferrandi.

Tasse scolastiche, addio! Con il decreto n.381 attuativo della delega della Buona Scuola gli studenti della scuola superiore avranno un esonero dalle tasse

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

BUONA SCUOLA: STOP ALLE TASSE SCOLASTICHE

Tasse scolastiche addio con la Buona Scuola
Tasse scolastiche addio con la Buona Scuola — Fonte: istock

Stop alle tasse scolastiche per gli alunni di terza, quarta e quinta superiore: a sancirlo è il decreto n.381 attuativo della delega della Buona Scuola sul diritto allo studio. Se per l’esonero per gli alunni della terza classe si tratta solo di un ribadimento, dal momento che esso era già previsto dal decreto legislativo n.226 del 2005, la vera novità riguarderà le due classi successive: a partire dall’anno scolastico 2018/2019, gli studenti del quarto superiore raggiungeranno tale esenzione dalle tasse scolastiche, mentre dall’anno successivo toccherà a quelli di quinta.

TASSE SCOLASTICHE SCUOLA SUPERIORE: ECCO COSA NON SI DOVRÀ PAGARE

Niente più tasse scolastiche per gli studenti della scuola superiore, quindi. Nello specifico, il decreto attuativo n.381 della delega della Buona Scuola riguarderà:

  • le tasse scolastiche di iscrizione (6,04 €)
  • le tasse scolastiche di frequenza annuale (15,13 €)
  • le tasse scolastiche d’esame (12,09 €)
  • le tasse scolastiche di diploma (16,13 €)

Ci troviamo quindi di fronte ad una spesa complessiva, da parte dello Stato, di 30 milioni di euro i cui costi saranno coperti dal Fondo La Buona Scuola istituito dalla L.107/2015. L’esonero dalle tasse scolastiche riguarderà tutti gli attuali 2.626.647 alunni delle superiori.