Studiare e lavorare in UK dopo la Brexit: come si fa

Di Veronica Adriani.

Documenti, attestati e livelli linguistici necessari per lavorare in Gran Bretagna dopo Brexit. ecco tutto quello che ti serve per trasferirti in UK

BREXIT

Studiare e lavorare in UK dopo Brexit: ecco cosa serve
Studiare e lavorare in UK dopo Brexit: ecco cosa serve — Fonte: istock

Con il 2021 la tanto discussa Brexit è ormai cosa ufficiale. La Gran Bretagna si è ufficialmente staccata dall'Unione Europea, prendendo importanti decisioni anche sul futuro dei giovani extra-UK: ne è un esempio la decisione di abbandonare il programma Erasmus, mantenendo attivi altri programmi di scambio giovanile a diversi livelli.

Ma quali sono, ad oggi, i documenti, gli attestati, i livelli linguistici richiesti per chi voglia lavorare o studiare nel Regno Unito? Insomma, come si fa ad avere tutte le carte in regola per accedere in UK e, soprattutto, per restarci stabilmente? Vediamolo.

Intanto, se vuoi approfondire il tema Brexit:

STUDIARE E LAVORARE IN UK DOPO BREXIT

La prima regola per chi voglia trasferirsi in Gran Bretagna è diventata ormai la conoscenza della lingua: il visto infatti non è più sufficiente, ed è importante oggi dimostrare piuttosto la conoscenza dell'inglese, che varia a seconda del ruolo che si intende rivestire nel paese: studente pre-universitario, studente universitario, lavoratore, professionista sanitario.

Vediamo, per ciascuna categoria, quali siano i documenti necessari. Per farlo, utilizziamo il vademecum di Cambridge Assessment English, ente certificatore della lingua inglese.

STUDIARE NEL REGNO UNITO DOPO BREXIT

Puoi decidere di trasferirti nel Regno Unito per studiare a livello pre-universitario o universitario (e post-universitario). Vediamo cosa serve nei diversi casi:

  • Studiare in UK a livello pre-universitario
    In questo caso dovrai presentare due documenti: un visto apposito e un certificato di conoscenza della lingua inglese. Per quest’ultimo dovrai sostenere e superare un esame incluso nella lista Secure English Language Test (SELT). Tra questi c’è lo IELTS for UKVI: l’International English Language Testing System for UK Visas and Immigration.
    Per il superamento dell’esame IELTS è necessario raggiungere un livello QCER pari almeno a B1 per ciascuna abilità, ossia almeno un punteggio da 4.0 a 5.0. Il test IELTS for UKVI può essere sostenuto presso un qualsiasi centro esami autorizzato.
  • Studiare in UK a livello universitario o post-universitario
    Se vuoi iscriverti a un corso di grado universitario o superiore puoi scegliere due strade. La prima è affidarsi a uno degli istituti sponsor riconosciuti per il visto e noti come Licensed Sponsors, che hanno facoltà di scegliere i parametri di valutazione delle competenze linguistiche. La seconda è conseguire la certificazione Cambridge English C1 Advanced o la C2 Proficiency, valide e riconosciute per le ammissioni o per il rilascio del visto.
    In alcuni casi, però, per presentare domanda di iscrizione a un corso universitario di primo livello, potrebbero richiederti di conseguire l’attestato IELTS,  riconosciuto da tutte le università del Regno Unito come documento in grado di dimostrare una sufficiente padronanza della lingua inglese. Il consiglio che ti diamo è di verificare direttamente sul portale dell'ateneo che ti interessa frequentare quale sia la certificazione richiesta.

LAVORARE NEL REGNO UNITO DOPO BREXIT

Come ottenereun certificatro linguistico valido per lavorare in UK? E quali sono i certificati giusti cui mirare?

  • Lavorare nel Regno Unito
    cittadini dell’Unione Europea (UE), dello Spazio Economico Europeo (SEE) e svizzeri che sono interessati a lavorare nel Regno Unito possono dimostrare le proprie competenze attraverso un esame SELT riconosciuto. Il test consigliato è l'IELTS, e il livello da raggiungere è almeno un B1 in ciascuna abilità.
    Il test SELT, invece, non è necessario per i cittadini di un paese a maggioranza anglofona, per i lavoratori già in possesso di un titolo accademico conseguito in lingua inglese e se il livello è già stato raggiunto in occasione di una precedente domanda di immigrazione accettata. I requisiti, però, possono variare a seconda della tipologia del visto.
  • Lavorare nel Regno Unito come professionisti sanitari
    Nel caso di operatori sanitari sponsorizzati come medici, dentisti, infermieri e ostetrici, non è necessario essere in possesso di attestato SELT, a meno che non venga espressamente richiesto dal datore di lavoro.
    professionisti sanitari non sponsorizzati, invece, possono sostenere un OET (English language test for healthcare professionals), una prova specifica per il settore sanitario, oppure possono ottenere un normale attestato IELTS.
Fonte: ufficio-stampa