Come studiare in gruppo: tutti i consigli

Di Francesca Ferrandi.

Come studiare in compagnia: ecco tutti i consigli di Studenti.it per un corretto studio di gruppo (che è sempre più proficuo dello studio da soli)

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

STUDIARE IN GRUPPO O STUDIARE DA SOLI

Come studiare in gruppo
Come studiare in gruppo — Fonte: istock

Che sia per preparare un’interrogazione, un compito in classe o, perché no, l’esame di Maturità 2018, sono in molti gli studenti che ricorrono allo studio di gruppo. Studiare in compagnia, rispetto a farlo da soli, ha molteplici vantaggi: ad esempio ci si può interrogare vicendevolmente, compensare le rispettive lacune, aiutarsi laddove i libri e gli appunti sembrano essere poco chiari. E poi una bella pausa in compagnia di qualche amico è decisamente più divertente e riposante per la mente rispetto a un break in solitaria. Ovviamente ci sono anche dei rischi nello studiare in gruppo: ad esempio la possibilità che ci si distragga troppo e si finisca col non concludere nulla. Ecco quindi alcune regole da adottare per riuscire a studiare in compagnia in modo corretto!

STUDIARE IN GRUPPO: TUTTE LE REGOLE

Qui di seguito trovi tutti i consigli per riuscire ad organizzare in maniera corretta lo studio di gruppo:

  • Prima cosa: impegno!
    Avete intenzione di formare un gruppo di studio? Allora la prima cosa da fare è rendersi conto dell'impegno e soprattutto essere pronti a rispettarlo. Una cosa utile può essere quella di mettere per iscritto il vostro impegno creando una sorta di "contratto di lavoro" con i vostri compagni del gruppo di studio
  • Leader.
    Per creare un efficace gruppo di studio è necessario che vi sia qualcuno che lo coordini. Dovrete quindi eleggere un group leader che sia stimato da tutto il gruppo e che soprattutto riesca ad organizzare le attività al meglio
  • Il braccio destro del leader.
    Ogni leader ha un suo braccio destro e anche nel caso dei gruppi di studio è così. Il leader del gruppo può delegare membri diversi per concentrarsi e prendere appunti su un particolare argomento o per leggere un capitolo da presentare al prossimo incontro. Durante la presentazione del suddetto capitolo, gli altri membri del gruppo di studio possono scrivere appunti integrativi da esporre a tutti i membri
  • Createvi una routine.
    Incontratevi sempre lo stesso giorno, alla stessa ora e nello stesso posto: questo creerà una routine alla quale vi abituerete e che sarà molto difficile da rompere. Puoi anche pianificare e mettere per iscritto il tuo impegno, ad esempio nell'agenda oppure annotarlo nel tuo cellulare o nel tuo tablet in modo tale da non scordarti mai che quel determinato giorno si riunisce il tuo gruppo di studio
  • E se qualcuno fallisce?
    Non sempre i gruppi sono uniti e produttivi quindi che fare se qualche vostro compagno non rispetta l'impegno del gruppo di studio? Se vi accorgete che non contribuisce parlatene col vostro leader, il quale gli darà un primo avvertimento. In caso però questo non sortisca gli effetti sperati, il membro di disturbo deve essere "licenziato" dal gruppo di studio
  • Chiedete consiglio ai professori.
    Richiedete suggerimenti e consigli al professore. Se il tuo gruppo di studio ha avuto origine da voi studenti piuttosto che da una richiesta del docente, questo può essere colpito dal vostro impegno e dal vostro entusiasmo e quindi darvi un aiuto e perché no...anche un voto più alto!