Studiare a Bologna: alloggi, mense, biblioteche e vita studentesca

Vorresti studiare a Bologna? Ti sveliamo alloggi, mense, biblioteche e vita studentesca nella città dell'Emilia Romagna

Studiare a Bologna: alloggi, mense, biblioteche e vita studentesca

Studiare a Bologna: alloggi, mense, biblioteche e vita studentesca

Cortile interno dell'Università di Bologna
Fonte: istock

Studiare a Bologna è il sogno di moltissimi ragazzi, attratti dallo spirito cosmopolita e vivace di questa città universitaria. L'Alma Mater Studiorum d’altronde è considerata uno degli Atenei più antichi al mondo. L’Università venne fondata nel XI secolo come organizzazione laica e libera di studenti per volere di Irnerio, glossatore medievale e giurista. La fama e il prestigio dell’Università di Bologna si diffuse presto in tutta Europa, attirando personaggi celebri come Erasmo da Rotterdam, Niccolò Copernico, ma anche Leon Battista Alberti, Thomas Becket e Pico della Mirandola. Ai vertici nelle classifiche delle migliori Università, quella di Bologna ha fama mondiale ed è ancora oggi amatissima e apprezzata. Merito della capacità della struttura universitaria di garantire agli studenti un profilo internazionale e un percorso variegato.

Scopri quali sono tutti gli atenei e i corsi di laurea dell’Emilia Romagna

Dove studiare a Bologna: biblioteche d'ateneo e comunali

Bologna è una città particolarmente ricca di luoghi in cui è possibile studiare o leggere, sia con testi che con postazioni fisse dotate di WiFi. A essere apprezzatissime sono sicuramente le sale del Sistema Bibliotecario d'Ateneo sparse nel centro storico, l’ideale per chi vuole studiare sino a tarda sera e godersi poi la vita notturna della città.

Le biblioteche si dividono per facoltà, sono accoglienti e ottime se non vuoi portarti da casa i libri. Naturalmente il fatto che una biblioteca appartenga a una specifica area non impedisce l'accesso ad altri studenti di facoltà differenti, ma resta il fatto che la pertinenza di ognuna è unica.

Non è tutto qui, però: in alternativa sono disponibili le biblioteche comunali che offrono postazioni ad accesso libero per studiare e consultare testi. Le biblioteche più apprezzate dagli studenti sono quella dell’Archiginnasio oppure quella Universitaria: dei musei veri e propri in cui studiare fra antichissimi manoscritti e affreschi. Molto apprezzata infine la Biblioteca Salaborsa, grande e altamente frequentata, rappresenta il cuore culturale di Bologna con conferenze, eventi artistici e letture.

Gli alloggi universitari a Bologna

L’Università di Bologna accoglie ogni anno tantissimi studenti per questo trovare un alloggio non è mai semplice ed è essenziale – soprattutto per i periodi che sono inferiori a dodici mesi – iniziare la ricerca con largo anticipo. L'Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori (ER.GO) ha il compito di gestire le residenze universitarie a cui gli studenti possono accedere pagando una tariffa agevolata.

Per accedere a queste tariffe agevolate è essenziale possedere dei requisiti di reddito e merito, presentando online la domanda. L’Università inoltre ogni anno mette a disposizione dei contributi destinati alle spese di locazione che vengono sostenute dagli studenti fuori sede.

Fra le risorse a disposizione per trovare un alloggio vi è anche la vetrina alloggi: si tratta di una bacheca virtuale in cui i proprietari di appartamenti hanno la possibilità di inserire le informazioni che riguardano gli immobili che vogliono cedere in locazione.

Mense e punti ristoro a Bologna

Gli studenti dell’Università di Bologna possono usufruire di agevolazioni e sconti presso le mense e in numerose strutture ristorative.

Le mense sono aperte a tutti gli studenti e chi ne ha titolo può pagare usando buoni pasto che vengono forniti dall'Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori (ER.GO). Per accedere all'assegnazione è necessario partecipare al bando pubblicato sul sito di ER.GO nel mese di luglio.

Le mense universitarie a disposizione sono la Bononia University Restaurant (piazza Puntoni 1, chiusa sabato e domenica), il Servizio di Ristorazione Ingegneria (viale Risorgimento 2, chiuso sabato e domenica), il Servizio di Ristorazione Scuderia di Piazza Verdi 2 e La Veneta di Via Zanolini, 41 (chiusa sabato e domenica).

Ma non è tutto qui, perché gli studenti possono avere accesso anche ad altri punti ristoro, dove è possibile consumare e riscaldare il proprio pasto portato da casa in tutta tranquillità, e beneficiano anche di sconti presso una serie di locali convenzionati se hanno sottoscritto la YoungERcard, tessera gratuita pensata dall'Emilia-Romagna per le ragazze e i ragazzi che vivono, studiano o lavorano nel territorio regionale.

Ascolta il podcast sull'orientamento universitario

Ascolta su Spreaker.

Quanto costa studiare a Bologna

Quanto costa studiare a Bologna? Questa città universitaria è particolarmente vivibile. I costi degli affitti variano a seconda della zona scelta, ma risultano comunque più bassi di quelli presenti a Roma e Milano. Un posto letto in camera doppia costa in media 300 euro, mentre una camera singola 450 euro. Un monolocale, escluse utenze e spese condominiali, costa circa 600 euro. I prezzi si abbassano se si sceglie un alloggio fuori dalle mura e un alloggio condiviso, ma anche una camera tripla o doppia.

Dove vivere? Chi frequenta la sede principale dell’Alma Mater Studiorum, situata nel centro cittadino, potrebbe trovare casa fra via Belle Arti, via Mascarella e via Zamboni. Qui si possono trovare tantissime biblioteche e luoghi perfetti per studiare, ma anche locali in cui divertirsi e trascorrere il tempo libero. Fra quartieri più amati dagli studenti troviamo quello di Pratello: una zona pedonale in cui muoversi in bicicletta, godendosi il cuore storico e culturale di Bologna. Molto apprezzata pure l’area fra via Santo Stefano, Strada Maggiore e via Castiglione.

Bologna presenta un centro storico e quartieri ben collegati con il centro, come San Donato, Borgo Panigale, Santo Stefano, San Vitale e Saragozza. Chi frequenta la Facoltà di Matematica e Fisica, situata in periferia, potrebbe trasferirsi nel quartiere Lame – Riva Reno. Il quartiere è collegato al meglio al centro città grazie ai mezzi pubblici, troviamo inoltre numerosi luoghi d’interesse come Parco Cavaticcio, il Museo Mambo e la Cineteca. Per chi cerca un quartiere ben collegato alla stazione di Bologna Centrale c’è invece il quartiere Mazzini.

L’offerta formativa dell’Università di Bologna

L’Università di Bologna presenta una struttura multicampus. Possiede infatti una sede centrale a Bologna e quattro campus regionali situati a Forlì, Rimini, Ravenna e Cesena. Ha inoltre un distaccamento a Buenos Aires, in Argentina, dove vengono affrontati temi legati al processo d’integrazione economica e politica fra America Latina e Unione Europea.

La sede centrale di Bologna è collegata con il Collegio Superiore che ospita gli studenti meritevoli che hanno ricevuto una borsa di studio.

Troviamo inoltre la Fondazione Bologna Business School (BBS), una business school che ha fra i soci l’Alma Mater Studiorum, la Profingest, Unindustria Bologna, Unicredit, Fondazione Marconi e Fondazione Carisbo.

L’Università presenta 16 dipartimenti e 244 corsi di laurea, triennali e magistrali:

  • Economia e management, 26 corsi
  • Giurisprudenza, 5 corsi
  • Farmacia e biotecnologie, 12 corsi
  • Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione, 8 corsi
  • Medicina e Chirurgia, 23 corsi
  • Ingegneria e architettura, 49 corsi
  • Psicologia, 7 corsi
  • Medicina veterinaria, 5 corsi
  • Scienze agro-alimentari, 14 corsi
  • Scienze, 38 corsi
  • Scienze dell'educazione e della formazione, 8 corsi
  • Scienze politiche, 13 corsi
  • Scienze motorie, 7 corsi
  • Studi umanistici, 28 corsi
  • Scienze Statistiche, 7 corsi
  • Sociologia, 4 corsi

Ogni corso presenta una differente modalità d’iscrizione. Tutte le istruzioni necessarie si possono comunque trovare visitando il sito del proprio corso di laurea, cliccando su “Iscriversi al corso”. Questa pagina fornisce info riguardo bandi, modalità di ammissione, scadenze e importo delle tasse.

Tasse e agevolazioni

Le tasse universitarie per l’Università di Bologna sono determinate in misura progressiva a seconda dell’attestazione ISEE. Come accade in molte Università, in base all’ISEE è previsto l’esonero dal pagamento delle tasse per studenti con alcuni requisiti di merito. Sul portale ufficiale è stato inoltre messo a disposizione un simulatore di tasse per calcolare l’esatto importo in tempo reale inserendo il corso di studi prescelto e il valore ISEE.

L’Università di Bologna offre ogni anno riduzioni nell’importo delle tasse ed esoneri particolari in relazione a reddito e criteri di merito. Ma sono previste anche riduzioni per chi ha fratelli o sorelle che sono iscritti all’Ateneo oppure per studenti che sono diventati genitori. Non solo: ormai da anni viene portato avanti il progetto Unibo for Refugees che favorisce l’integrazione nell’Università di studenti rifugiati con borse di studio e agevolazioni per affitti e pasti.

Leggi altri contenuti sulle Città Universitarie

Ecco per voi altri articoli utili relativi alle città universitarie della Calabria e delle altre regioni d'Italia. Troverete tante informazioni utili, che vi aiuteranno a fare una scelta ponderata e iniziare gli studi universitari nel migliore dei modi.

Un consiglio in più