Storie di bullismo con #Cuoriconnessi: l'iniziativa di Unieuro

Di Veronica Adriani.

Storie di bullismo lette con gli occhi dei bulli e delle vittime. È #Cuoriconnessi, distribuito gratuitamente a partire dal 7 febbraio

STORIE DI BULLISMO

Il 7 febbraio è la giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo
Il 7 febbraio è la giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo — Fonte: istock

Una generazione connessa dalla tecnologia e dalla rete, e una forma di bullismo strisciante che si insinua nelle case e nelle vite dei ragazzi: è il cyberbullismo, un'evoluzione peggiore e più dolorosa del bullismo tradizionale, perché incontrollata.

Lo sanno bene la Polizia di Stato ed Unieuro, che con la campagna di sensibilizzazione #Cuoriconnessi, dal 2016 hanno incontrato oltre 30.000 studenti in 42 tappe in tutta Italia.

Dalle storie raccolte negli anni è nato un libro, #Cuoriconnessi, in cui l'autore Luca Pagliari racconta storie di bullismo viste da una duplice prospettiva: non solo quella delle vittime, ma anche quella dei bulli.

BULLISMO A SCUOLA

Raccontando queste storie, stando attendo a sospendere il giudizio, Pagliari mette insieme una tela di racconti fatti di dolore, vergogna, dubbi, sensi di colpa: quelli di chi il bullismo lo ha vissuto, senz'altro, ma anche quelli di chi l'ha imposto ad altri, senza rendersi conto della gravità delle proprie azioni fino all'atto della denuncia.

Perché sì, l'altro aspetto che emerge dal libro è l'importanza di denunciare, senza paura e senza dubbio, situazioni che nascono nella vita reale e si diffondono sulla rete. Per tutela propria innanzi tutto, ma anche per quella altrui: il coraggio di raccontare la propria storia scegliendo di rompere il silenzio può innescare una catena virtuosa di altre azioni coraggiose, portando consapevolezza sul problema e sulle responsabilità individuali e l'uso consapevole della tecnologia.

Marco Titi, Direttore Marketing di Unieuro ha commentato "Nei nostri punti vendita, presenti in tutta Italia e sui nostri canali digitali vendiamo ogni giorno quei device che fanno sempre più parte del quotidiano dei nostri ragazzi. Crediamo che informare, condividere e promuovere un utilizzo consapevole e responsabile della tecnologia, sia un modo concreto per essere parte attiva della comunità; questo impegno è alla base del progetto #cuoriconnessi, un percorso che in quattro anni ha riscosso sempre maggiori consensi. Adesso è arrivato il momento del libro. Non un traguardo, ma una tappa significativa del nostro percorso."