Vietati gli smartphone a scuola: arriva il disegno di legge per dire stop

Di Maria Carola Pisano.

Limitare o vietare l'uso degli smartphone a scuola, dannosi per il rendimento scolastico. Ecco il disegno di legge per limitarne l'uso

SMARTPHONE IN CLASSE

Stop agli smartphone in classe: la proposta di legge
Stop agli smartphone in classe: la proposta di legge — Fonte: getty-images

Periodicamente si ritorna a parlare del ruolo che hanno gli smartphone all'interno delle dinamiche scolastiche e degli effetti dannosi che possono avere sul rendimento scolastico. Se ne è riparlato recentemente perché il governo guidato da Boris Johnson vorrebbe introdurre il divieto totale sull'uso degli smartphone, in tutte le classi. 

VIETATI I CELLULARI IN CLASSE

Il ministro dell'Istruzione inglese Gavin Williamson ha dichiarato di recente che l'ossessione dei cellulari ha "effetti dannosi sul rendimento scolastico" e uno studio britannico, di qualche anno fa, registrava proprio un calo di rendimento pari a oltre l'8% a causa della dipendenza da cellulare. 

In Italia è stata presentata una proposta di legge sulla stessa linea da un gruppo di esponenti ex M5S, tra cui anche l'ex ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti. L'intento è quello di vietare totalmente l'uso degli smartphone e dei tablet ai bambini d'età inferiore ai 12 anni. La responsabilità sarà dei genitori: dovranno vigilare, pena una multa da 300 ai 1500 euro. 

STOP ALLO SMARTPHONE A SCUOLA

Secondo Lorenzo Fioramonti l'uso continuativo dei cellulari porterebbe "una maggiore difficoltà di apprendimento, ma anche di ritardi nello sviluppo del linguaggio, perdita di concentrazione, aggressività ingiustificata, alterazione dell’ umore, disturbi del sonno, dipendenza".