Gite scolastiche: evitare viaggi di istruzione a Parigi e Ile-de-France

Di Chiara Casalin.

Dopo l'iniziale sospensione le scuole sono state invitate a evitare le gite scolastiche a Parigi e nella regione dell’ Ile-de-France. Ecco perché

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

GITE SCOLASTICHE – Dopo l’attentato a Charlie Hebdo a Parigi l’allerta in Francia è altissima. Il primo ministro francese infatti ha elevato il livello del piano Vicipirate (il sistema di allerta per la sicurezza nazionale) al grado di “allarme attentato” nella regione dell’Île-de-France, la zona settentrionale della Francia nella quale si trovano Parigi, e le Accademie di Parigi, Creteil e Versailles.
Proprio queste zone sono mete molto gettonate per le gite scolastiche di tantissimi studenti italiani, ma per il prossimo periodo le cose potrebbero cambiare.

Charlie Hebdo, ecco cos'è successo a Parigi. Approfondimenti sull'attentato e il terrorismo

GITA SCOLASTICA PARIGI - Vista la situazione di allerta in Francia, infatti, l’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio in un primo momento ha diramato un comunicato con il quale dichiarava che “I viaggi, i soggiorni e le visite scolastiche a carattere eccezionale organizzate nella regione dell’Ile-de-France sono, fino a nuovo ordine, sospese”.

Poche ore più tardi però lo stesso USR ha integrato il comunicato: ora non si parla più di sospensione dei viaggi di istruzione a Parigi ma invece le scuole sono invitate a "valutare" se fare o meno le gite scolastiche in quella zona.

Nel comunicato pubblicato sul sito dell'USR Lazio si legge infatti: "Le SS.LL, sono invitate, pertanto, a valutare l’opportunità di effettuare nell’attuale periodo viaggi d’istruzione a Parigi e nella regione dell’Ile-de-France".

Da non perdere: Tema svolto sul terrorismo