Sistema scolastico in Grecia

Di Andrea Maggiolo.

Viaggio nel mondo della scuola greca:.Come è organizzata? Dalle elementari all'università, scopriamo come funziona il sistema scolastico in Grecia: scuole pubbliche e private, i vari indirizzi delle superiori, l'università e le differenze con il sistema italiano

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

Il sistema scolastico greco fino alla fine degli anni settanta era probabilmente il più arretrato dell'Europa occidentale. Il paese era appena uscito dalla Dittatura dei Colonnelli, anche grazie alla storica Rivolta degli studenti del Politecnico di Atene nel novembre 1973. Una prima svolta fu la Riforma di Karamanlis e di Rallis dopo la fine della dittatura, nel 1975. Da allora sono stati fatti grandi investimenti per dare una nuova struttura alla scuola greca. Nel 1976 la durata dell'obbligo scolastico è passata da 6 a 9 anni totali, garantendo un risultato immediato molto importante: l'abbattimento dell'analfabestismo.

Oggi la Grecia è al livello degli altri paesi dell'Europa Occidentale, con sedi universitarie valide e di un certo prestigio, come Atene e Salonicco, conosciute in tutta Europa. Tra Atene e il resto del paese ci sono grandissime differenze. La capitale, in cui vivono ormai 5 milioni di persone, dalla fine della seconda guerra mondiale in poi ha accolto un numero sempre maggiore di immigrati, dal resto della Grecia e da altri paesi. Le strutture scolastiche di Atene non sono più assolutamente sufficienti e quindi si è costretti ai doppi o anche tripli turni con alternanza anche di indirizzi e tipi di scuole differenti nello stesso edificio. Ben diversa è la situazione nelle altre città; ma procediamo con ordine.

LE FASI DELL'ISTRUZIONE SCOLASTICA

La scuola materna, la cosiddetta educazione pre-primaria, non è mai stata obbligatoria, ma lo sta diventando in alcune regioni del paese. Gli asili (Vrefonipiakoi paidikoi stathmoi) pubblici e privati prevedono anche sezioni per bimbi da 8 mesi a 3 anni (Nipiaka Tmimata) e sezioni per bambini dai 3 ai 5 anni (Nipiagogeia). Si incomincia a frequentare la scuola dell'obbligo a 6 anni con l'inizio della scuola elementare (Dimotiko scholeio). La scuola elementare dura per ben sei anni; oltre ai libri di testo, viene fornito gratuitamente anche il trasporto da e verso l'istituto scolastico. Dopo aver concluso in modo positivo la scuola elementare e aver ottenuto il diploma di educazione primaria (Apolytirio Dimotikou) ci si iscrive al ginnasio (Gymnasio) per l'istruzione secondaria inferiore. Già negli ultimi due anni di scuola elementare i giovani greci studiano una lingua straniera, solitamente l'inglese. nel ginnasio sono insegnate anche altre lingue straniere, soprattutto francese, tedesco e italiano.

Il ginnasio rappresenta il primo ciclo, l'unico obbligatorio, dell'educazione secondaria. Dura 3 anni, e gli indirizzi tra cui scegliere sono vari: generale, musicale, religioso, speciale, di educazione fisica. Per accedere all'anno successivo nel corso del ginnasio gli studenti devono sostenere al termine di ogni anno scolastico degli esami, suia scritti sia orali. I voti sono solitamente espressi in ventesimi, e per passare all'anno successivo bisogna avere la sufficienza ( che corrisponde a 10/20) in tutte quante le materie. Si viene rimandati se si ha un voto inferiore a 10/20 in massimo quattro materie. Altrimenti, c'è la bocciatura e occorre ripetere l'anno. Al termine del ginnasio si ottiene il diploma di Apolytirio Gymnasiou. La prima grande decisione i ragazzi la prendono quando compiono 15 anni. Vediamo il perché.

SCUOLA SUPERIORE

Il secondo ciclo dell'educazione secondaria prevede due tipi di scuole:

- Scuole secondarie generali unificate: sono i Licei (Eniaia lykeia - EL). Durano 3 anni; il primo anno il programma è il medesimo per tutti gli indirizzi. Dal terzo anno in poi, a seconda se l'indirizzo è teorico, scientifico o tecnico le materie del programma variano. A 18 anni anni si ottiene il diploma denominato Apolytirio Eniaiou Lykeio. Nonostante le riforme che hanno caratterizzato il sistema scolastico greco negli ultimi anni, una caratteristica che ancora contraddistingue la scuola greca è che i libri di testo vengono forniti gratuitamente. Non è davvero una cosa da poco. La caratteristica del liceo classico in Grecia è che viene insegnato sempre il tedesco come lingua straniera. Le scuole private sono diffuse soprattutto nelle città, hanno un costo davvero elevato e non sono quindi alla portata della maggior parte della popolazione

- Scuole tecniche professionali:
gli istituti tecnici (Technika epangelmatika ekpedeftiria - TEE) hanno un approccio più orientato all'ingresso diretto nel mondo del lavoro. Al termine dei 3 anni di corso gli studenti ottengono il certificato professionale di terzo livello.

TEST ED ESAMI

Per essere ammessi all'anno successivo durante le superiori si sostengono a fine anno esami scritti che hanno carattere "ufficiale": per sintetizzare, il voto di ogni materia corrisponde alla media tra le interrogazioni orali durante l'anno e gli scritti di fine anno. La valutazione alle superiori è in voti da da 0 a 20. Ecco a cosa corrispondono i voti numerici: 20–18 = eccellente, 18–16 = ottimo; 16-13 = buono; 13-9,5 = discreto; 9,5-5 = sufficiente; 5-0 = scarso. Se come abbiamo visto in precedenza 10 è la sufficienza nelle secondarie inferiori, alle secondarie superiori invece si viene promossi solo se si ottiene almeno la media di 9,5 tra tutte le materie che richiedono esame scritto (quelle generali). La licenza liceale si consegue come in quasi tutti i paesi europei a 18 anni, con una prova conclusiva simile in tutto e per tutto al nostro esame di maturità.

L'esame per ottenere la licenza liceale, che serve per potere fare i test di iscrizione alle università, è identico sia nelle scuole pubbliche sia in quelle private. Nella "maturità" greca i vari scritti incidono per un buon 70% nel risultato finale, mentre il restante 30% del voto totale è il risultato dell'interrogazione orale. Per potersi iscrivere all'Università in Grecia gli studenti devono riportare un voto alto all'esame di maturità. Molto puntigliosa è la correzione degli elaborati all'esame finale delle superiori: vengono nominate due commissioni che procedono autonomamente nella correzione delle prove: se i giudizi da esse formulati in termini numerici riguardo agli stessi compiti differiscono di tre punti, i compiti che hanno ottenuto una valutazione controversa devono essere sottoposti al vaglio di una terza commissione.

Sito in lingua inglese del Ministero della Pubblica Istruzione: http://www.ypepth.gr/en_ec_home.htm

INSEGNANTI

Gli stipendi degli insegnanti nella scuola greca sono inferiori rispetto agli standard italiani, anche se non di molto. Se in Italia il salario minimo di un insegnante delle scuole superiori è di circa 18.000 euro, in Grecia la cifra è intorno ai 14.000 euro. Al "top" della carriera in Grecia un insegnante può arrivare a guadganare 21.000 euro all'anno, contro i 28.000 che può arrivare a guadagnare un professore nelle scuole superiori italiane. Per diventare insegnanti nei licei si segue un percorso formativo al terzo e al quarto anno del proprio percorso universitario. I programmi di insegnamento vengono stabiliti a livello nazionale dal Ministero dell'Educazione; direttori, presidi e professori non hanno quindi nessuna autorità in materia.

Tutta quell'attività che impegna gli insegnanti italiani nella prima fase dell'anno scolastico relativamente alla programmazione è ignota al mondo scolastico greco, nel quale i docenti eseguono le direttive che vengono impartite dal Ministero. Per andare a insegnare nelle scuole tecniche secondarie bisogna frequentare specifici istituti per la formazione di insegnati di educazione tecnica-professionale (Scholi ekpideftikon leitourgon epangelmatikis - SELETE), tra cui ci sono anche scuole tecniche pedagogiche (PATES): si ottiene al termine dei corsi il titolo di Ptychion Paedagogikon Spoudon. Per insegnare all'università è invece richiesto il dottorato, ed è una commissione formata da altri docenti universitari a valutare le candidature.

UNIVERSITA' IN GRECIA

Un capitolo a parte dobbiamo dedicarlo al mondo universitario greco. Sono 19 le università (Panepistimion) e 14 gli Istituti di educazione tecnica (Technologika ekpaideftika idrimata - TEI). I vari atenei si amministrano in maniera autonoma, con la supervisione del Ministero dell'Educazione. Si è ammessi all'università sulla base dei voti ottenuti negli ultimi anni delle scuole superiori. Gli Istituti di educazione tecnica offrono un'educazione che non è di livello universitario: i corsi di meccanica, elettronica e tante altre materie di orientamento tecnico hanno una durata media di 4 anni, al termine dei quali si consegue il titolo di Ptychio TEI.

Esistono anche accademie artistiche (Anotati Scholi Kalon Technon) e centri di educazione tecnica superiore (KATE) che offrono corsi di 6-9 mesi in più di 20 settori professionali. All'inizio degli anni novanta si pose una questione spinosa; molti studenti in uscita dalle superiori avevano la necessità di competenza più specifiche per trovare un impiego. Si decise di creare istituti professionali (IEK) per diplomati di ogni tipo, che seguendo un percorso anche di un solo anno, ottenevano certificati di formazione di primo livello. Gli studi universitari si suddividono su tre livelli:

- Laurea (Proptychiakes Spoudes):quasi tutte le lauree durano 4 anni, tranne il Politecnico (5 anni) e Medicina (6 anni). Al termine del percorso si ottiene il diploma di laurea (Ptychio).
- Specializzazione post-laurea (Metaptychiakon Spoudes): durano non meno di 2 anni e porta al diploma di specializzazione postlaurea (Metaptychiako Díploma Exidíkefsis).
- Dottorato (Didaktorikes Metaptychiakes Spoudes): prevede 3 anni di studi e il conseguimento del titolo di dottore (Didaktoriko).

Università Aristotele di Salonicco: http://www.auth.gr/home/index_en.html
Università di Atene: http://en.uoa.gr/