I nostri speciali

Promessi sposi

Sintesi capitolo 19 Promessi sposi: spiegazione e commento

Di Redazione Studenti.

Sintesi capitolo 19 Promessi sposi: analisi del capitolo dell'opera di Manzoni in cui appare la figura dell'Innominato, uno dei personaggi chiave

SINTESI CAPITOLO 19 PROMESSI SPOSI

Il capitolo 19 de I promessi sposi è quello in cui viene presentato l'Innominato
Il capitolo 19 de I promessi sposi è quello in cui viene presentato l'Innominato — Fonte: getty-images

Il capitolo 18 de I Promessi Sposi di Alessandro Manzoni (scarica qui se vuoi il riassunto dettagliato dei capitoli 18 e 19)introduce per la prima volta al lettore la figura di un personaggio molto importante: l'Innominato.

Posto al centro del capitolo, si trova il grande dialogo fra il conte zio e il padre provinciale, che ricorda un po' il dialogo fra padre Cristoforo e don Rodrigo (cap. VI), sia per il fatto che i contendenti attuali sono i sostituti di quelli di allora, sia per il metodo diverso con cui viene condotta la nuova contesa.

DIALOGO FRA IL CONTE ZIO E IL PADRE PROVINCIALE

Anche questo incontro fa pensare ad un duello, ma si traduce solo in un seguito di schermaglie. Se nel dialogo fra padre Cristoforo e Don Rodrigosi affrontano apertamente la violenza e la carità, qui l'ostilità fra i due contendenti è celata dall'ipocrisia e dall'astuzia, che Manzoni mostra molto chiaramente nelle descrizioni.

Fra i due personaggi il conte zio è rappresentato con una connotazione più comica, mentre il padre provinciale presenta un taglio più drammatico. Tutto è vuoto e falso in lui, tranne l'orgoglio, sul quale sa fare leva la cinica astuzia del nipote Attilio.

Ecco che la scatola vuota diventa un meccanismo caricato e pericoloso contro il pade provinciale. Con questo dialogo si fronteggiano due poteri: quello laico e quello ecclesiastico, proprio come era accaduto nel capitolo VI con Lodovico e Don Rodrigo.

Durante il dialogo il conte zio usa un tono amichevole, confidenziale, mentre il padre provinciale capisce e commenta dentro di sé il senso delle parole dell'interlocutore. La sua preoccupazione è tutta rivolta all'onor dell'abito.

Il padre provinciale, rinunciando a difendere apertamente il 'vero morale' rinuncia anche al suo ruolo e si lascia sconfiggere da un avversario che gli sarebbe decisamente inferiore.

La cristiana virtù della prudenza, che si propone il controllo delle passioni per il trionfo del 'vero morale', è contaminata dall'ipocrisia, che controlla a sua volta l'orgoglio: questo è il senso delle parole con cui Manzoni descrive la scena.

L'INNOMINATO

La descrizione dell'Innominato poggia sulla psicologia e sulla sua storia. Vengono volutamente omessi dettagli come il nome e il cognome, cosa che consente all'autore di collocare il suo personaggio nel mistero.

Manzoni ne descrive la potenza e le azioni, mettendo in evidenza i lati negativi della società seicentesxa, dove violenza, anarchia e governo arbitrario la fanno da padroni.

AUDIO LEZIONE SUI CAPITOLI 18 e 19 DEI PROMESSI SPOSI

Ascolta l'audiolezione del nostro podcast dedicata ai capitoli 18 e 19 dei Promessi sposi di Manzoni:

Ascolta su Spreaker.

VIDEO LEZIONE SUI CAPITOLI 18 E 19 DEI PROMESSI SPOSI

Se preferisci il video, qui trovi una lezione per immagini sui capitoli 18 e 19 dei promessi sposi.