Come combattere l'ansia: sette metodi per sconfiggerla

Di Dott.ssa Anna Zanon.

Come calmare l'ansia? Sette modi per combattere attacchi d'ansia e ansia da prestazione senza farmaci coi consigli dello psicologo

Come combattere l'ansia

Come combattere l'ansia: 7 modi per sconfiggerla secondo lo psicologo
Come combattere l'ansia: 7 modi per sconfiggerla secondo lo psicologo — Fonte: istock

I disturbi d'ansia sono sempre più frequenti nei giorvani, e non solo. Per questa ragione qusi tutti possono dire di aver sperimentato almeno una volta i disturbi d'ansia più frequenti, e sono alla icerca di una metodologia sicura per tenerli sotto controllo.

Come si può combattere l'ansia, quindi? ma soprattutto, è davvero possibile farlo?

La risposta è sì, ma prima di capire come intervenire, cerchiamo di capire che cos'è l'ansia.

L'ansia è uno stato psichico che colpisce moltissime persone. Quando ci si trova in uno stato d'ansia di solito si può sentire un insieme di emozioni diverse come paura, angoscia, agitazione e preoccupazione, e spesso può capitare anche che alla manifestazione psichica se ne accompagni una fisica. In questo caso ci si può ritrovare ad avere tremori, tachicardia, vertigini e persino nausea.

Come funziona l'ansia

Ci possono essere persone più o meno ansiose così come l'ansia può raggiungere livelli più o meno alti. In ogni caso chi soffre di ansia sente una sensazione molto spiacevole e il desiderio di liberarsene è sempre molto forte.

Chi soffre l'ansia? Tutti possono ritrovarsi in uno stato ansioso, anzi, secondo quanto riportato dall'enciclopedia online Treccani: "l'ansia viene considerata un fenomeno generale, presente, anche se in gradi diversi, nello sviluppo psichico di ognuno". Provare un po' d'ansia prima o poi nella vita quindi può essere normale. Di solito essa viene sentita quando ci si trova davanti ad eventi negativi pensiamo possano succedere o che siamo certi che accadranno.

L'ansia da prestazione

Nel caso degli studenti, è diffusissimo provare ansia quando ci si trova davanti ad una prova importante, come la maturità, un'esame universitario o la laurea. Chi non ha mai provato la famosa ansia da esame o più generalmente, ansia da prestazione? Anche chi lavora però può trovarsi in stati ansiosi per impegni importanti.

L'ansia quindi è un problema con cui si devono confrontare quasi tutti prima o poi, ma alcune persone si ritrovano ad averci a che fare molto spesso, se non quotidianamente.

Nel caso in cui una persona soffra spesso di ansia riuscire a trovare un rimedio, se non una cura, diventa una cosa fondamentale. I modi e metodi per vincere l'ansia o lenirla sono diversi e vanno dalla psicoterapia ai rimedi omeopatici, fino ad arrivare all’uso di medicinali definiti ansiolitici e che hanno un effetto sedativo.

Come calmare l'ansia

Ecco sette metodi consigliati dallo psicologo per tenere sotto controllo i sintomi dell'ansia.

Ricorda che per svilupparsi i sintomi hanno richiesto molto tempo. Questo significa che potrebbe volerci del tempo in più per alleviare il tuo stress fisico ed emotivo.

Calmare l'ansia con un diario giornaliero

Questo è molto importante per conoscere le vere cause della tua ansia. Questo sistema è particolarmente utile per le persone che risentono sempre sotto pressione e non sanno perché. Scrivendo imparerai nuove cose su te stesso.

Una ragazza, per esempio, scoprì che la su ansia era scatenata dalla visione dei film violenti. Vedere dei personaggi che esprimevano liberamente la propria rabbia, la faceva entrare in contatto con la rabbia presente dentro di lei e che negava di avere.  

Tenendo un diario potrai comprendere come ci sia una relazione fra i tuoi pensieri e le tue emozioni. Comprendere le proprie paure è il primo passo per padroneggiarle.

Nel diario dovrai annotare giorno per giorno il tuo livello d'ansia; ad esempio: tranquillo, un po' preoccupato, nervoso, sul punto di scoppiare. . . scrivi quello che fai e sinteticamente quello che pensi.

Un esempio di diario potrebbe essere il seguente: oggi ho avuto l'esame, ero agitatissimo, pensavo che forse sarei stato bocciato e mi preoccupavo di come avrebbero potuto reagire i miei genitori.

Allontanare l'ansia con il rilassamento

Impara una tecnica di rilassamento e applicala tutti i giorni.

Non scoraggiarti se all'inizio farai fatica a rilassarti o addirittura ti sentirete più teso di prima: se persevererai noterai una significativa diminuzione del tuo livello di ansia. Presto il rilassamento diventerà per te una piacevole abitudine e scoprirai che, dal momento che mente e corpo sono strettamente collegate, il rilassamento fisico conduce al rilassamento mentale.

Esistono moltissime tecniche di rilassamento, tuttavia noi consigliamo il training autogeno, abbastanza semplice da imparare.

Anche la meditazione, lo yoga e la respirazione addominale funzionano in maniera eccellente.

Allentare la tensione con l'esercizio fisico

Fai ogni giorno 30 minuti di attività fisica. Ma attenzione: per non aggiungere stress a stress, dovrai scegliere qualcosa che ti piaccia!

Anche una passeggiata di 30 minuti può essere un eccellente modo di scaricare la tensione.

Ansia e alimentazione

Attenzione all'alimentazione! A volte l'ansia può essere esacerbata da un intolleranza alimentare o dall'abuso di sostanze stimolanti. Le persone ansiose dovrebbero evitare il tè, il caffè, la coca cola e la nicotina.

Dal momento che una condizione fisica di ipoglicemia spesso causa ansia, è importante ridurre i dolci, preferire pane e pasta integrali e fare cinque pasti leggeri.

Anche conservanti e additivi possono provocare delle allergie e quindi problemi d'ansia.

Ridurre lo stress coltivando amicizie

Stare con delle persone che ti apprezzano è un ottimo antidoto alla tendenza alla autocritica tipica della personalità ansiosa.

Cerca di coltivare le amicizie che ti fanno stare bene e non isolarti: stare soli è il primo passo per ingrandire le proprie paure.

Abbassare la tensione evitando l'autocritica

Attenzione all' autocritica!

La persona ansiosa è il peggior critico di se stesso. Per eliminare l'ansia bisogna prestare attenzione ai propri pensieri, perché di solito chi è ansioso si critica in continuazione.

Impara a parlarti gentilmente: se per esempio ti ripeti molto spesso "non ne combino una giusta", sostituisci l'affermazione negativa con una positiva tipo "ho fatto molte cose positive nella mia vita".

Calmare l'ansia gratificandosi

Anche se avete una giornata densa di impegni, anzi soprattutto in questi casi, trova il tempo per fare qualcosa che ti piace e ti rilassa.

Può trattarsi di ascoltare della musica, di dipingere, fare un puzzle o qualsiasi cosa ti ricarichi.