Seconda prova Socio-Sanitario maturità 2019: guida alle tracce

Di Elisa Chiarlitti.

Servizi socio-sanitari: guida alla seconda prova per la maturità 2019. Quali tracce sono uscite gli anni scorsi e come si affronta lo scritto

ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI SOCIO-SANITARI: SECONDA PROVA MATURITÀ 2018

A causa della riforma dell'esame di Stato alla maturità 2019 potrebbe debuttare una seconda prova avente per oggetto tutte le materie caratterizzanti di un certo corso di studi. Non solo: a partire dal nuovo esame di Stato, gli studenti affronteranno una seconda prova divisa in due parti: la produzione della prima è affidata al Ministero e sarà uguale per tutti gli studenti dello stesso indirizzo di studi. La seconda parte della traccia d'esame è invece creata da ciascuna commissione d'esame. Meglio iniziare dunque subito a prepararsi sulle possibili materie previste dall'Istituto Professionale per i Servizi Socio-Sanitari. Di seguito tutte le informazioni, le materie, le tracce del Miur e le indicazioni su struttura e svolgimento della prova.

  1. La seconda prova dell’Istituto Professionale per i Servizi Socio-Sanitari
  2. Istituto Professionale per i Servizi Socio-Sanitari: la traccia della seconda prova
  3. Istituto Socio-Sanitario: tracce per allenarsi per la seconda prova


1. SECONDA PROVA SOCIO-SANITARIO: COME FUNZIONA

L’Istituto Professionale per i Servizi Socio-Sanitari è uno degli indirizzi introdotti a partire dall’anno scolastico 2010/2011 grazie alla riforma della scuola dell’ex Ministro Gelmini e che ha debuttato all’esame di maturità nel 2015. Questa tipologia di Istituto si divide in tre diversi percorsi, ognuno con le proprie caratteristiche e peculiarità:

  • Servizi Socio-Sanitari
  • Arti ausiliarie delle professioni sanitarie Ottico
  • Arti ausiliarie delle professioni sanitarie Odontotecnico

Dal momento che l’Istituto Professionale per i Servizi Socio-Sanitari è approdato all’Esame di Stato solo nel 2015, gli studenti non hanno molti spunti su cui basarsi per capire come viene strutturata la seconda prova se non le tracce degli scorsi tre anni.


2. ISTITUTO PROFESSIONALE SOCIO-SANITARIO: MATERIE SECONDA PROVA

Prima di vedere come è strutturata la seconda prova dell’Istituto Professionale per i Servizi Socio-Sanitari, è opportuno fare chiarezza su quali sono le materie caratterizzanti per questo indirizzo, quelle cioè che possono essere oggetto d’esame al secondo scritto. Ecco qui la lista per ciascuna delle diramazioni:

Servizi Socio-Sanitari

  • Igiene e cultura medico-sanitaria
  • Psicologia generale ed applicata

Arti ausiliarie delle professioni sanitarie Ottico

  • Discipline sanitarie (Anatomia, fisiopatologia oculare e Igiene)
  • Ottica, Ottica applicata
  • Esercitazioni di optometria

Arti ausiliarie delle professioni sanitarie Odontotecnico

  • Esercitazioni di laboratorio di odontotecnica
  • Scienze dei materiali dentali e laboratorio

Nello specifico, le materie della seconda prova per l'Istituto Tecnico Socio-Sanitario scelte dal Miur per la Maturità dello scorso anno sono:

Servizi Socio-Sanitari: Igiene e cultura medico-sanitaria
Arti ausiliarie delle professioni sanitarie Ottico: Discipline sanitarie (anatomia fisiopatologia oculare e igiene)
Arti ausiliarie delle professioni sanitarie Odontotecnico: Scienze dei materiali dentali e laboratorio


3. ISTITUTO SOCIO-SANITARIO: STRUTTURA E TRACCIA DELLA SECONDA PROVA

Seconda prova 2019: Istituto Professionale socio-sanitario
Seconda prova 2019: Istituto Professionale socio-sanitario

Per quanto riguarda le modalità di svolgimento della seconda prova della maturità dell’Istituto Professionale Settore Servizi Socio-sanitari, il regolamento del Miur indica che ne sarà presa in considerazione la dimensione tecnico-pratica e laboratoriale. Avrai a disposizione sei ore di tempo per completare l’elaborato del secondo scritto – salvo diverse indicazioni fornite il giorno dell’esame – che verterà su un’attività di analisi, scelta, decisione sullo svolgimento dei processi produttivi e dei servizi.
La tipologia della seconda prova potrà quindi essere una delle seguenti:

  • definizione, analisi ed elaborazione di un tema relativo al percorso professionale anche sulla base di documenti, tabelle e dati;
  • analisi e soluzione di problematiche della propria area professionale (caso aziendale);
  • individuazione e predisposizione delle fasi per la realizzazione di un prodotto o anche di un servizio.

Infine, la seconda prova sarà suddivisa in due parti: la prima sarà uguale per tutti i candidati e dovrà essere svolta per intero, la seconda sarà invece predisposta dalla commissione. A partire da quest'anno scolastico il Miur ha inoltre definito gli argomenti e le griglie di valutazione della seconda prova che, vi ricordiamo, sarà valutata fino a un massimo di 20 punti.

Più facile a farsi che a dirsi: per aiutarti a comprendere meglio come sarà strutturato l’esame, trovi qui di seguito le tracce della seconda prova della maturità 2015, 2016, 2017 e 2018.