Maturità 2018: guida alle tracce di seconda prova per l'Istituto Professionale Agricoltura e Sviluppo Rurale

Di Elisa Chiarlitti.

Seconda prova Agricoltura e sviluppo rurale: tutto quello che devi sapere per affrontare gli scritti e le tracce degli anni passati

Anche per gli studenti che frequentano l'ultimo anno dell'Istituto Professionale per l'agricoltura e lo sviluppo rurale è arrivato il momento di pensare all'appuntamento con la Maturità 2018. Anche se manca ancora quasi un intero anno scolastico, non è mai troppo presto per iniziare a pensare a come affrontare la seconda prova che si terrà giovedì 21 giugno. Di seguito troverai informazioni sulla struttura, lo svolgimento e le tracce per l'Istituto Professionale per l'Agricoltura e lo sviluppo rurale. Per rimanere aggiornato su tutte le novità, iscriviti al gruppo Facebook dedicato ai maturandi del 2018.

  1. Istituto Professionale per l'agricoltura e lo sviluppo rurale: tutto sulla seconda prova
  2. Maturità 2018: materie seconda prova istituto professionale per l'agricoltura e lo sviluppo rurale
  3. Istituto Professionale per l'agricoltura e lo sviluppo rurale: struttura della seconda prova

1. SECONDA PROVA ISTITUTO PROFESSIONALE AGRARIO

Giovedì 21 giugno gli studenti italiano dovranno confrontarsi con la seconda prova e, quindi, con la materia caratterizzante scelta per la propria scuola superiore dal Miur. È così anche per l’Istituto Professionale per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, uno dei nuovi indirizzi introdotti con la Riforma Gelmini a partire dall’anno scolastico 2010/2011 che si suddivide in tre diverse ramificazioni:

  • Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale
  • Opzione: Gestione risorse forestali e montane
  • Opzione: Valorizzazione e commercializzazione dei prodotti agricoli del territorio

Secondo il Regolamento del Ministero le modalità di svolgimento della seconda prova per gli Istituti Professionali tengono conto della dimensione tecnico-pratica e laboratoriale di ciascun indirizzo. Insomma, non sarà niente di nuovo o particolarmente difficile e, inoltre, per portare a termine il secondo scritto avrai a disposizione 6 ore, salvo diverse indicazioni fornite la mattina dell’esame. Devi affrontare la Maturità 2018 e vuoi saperne di più? Segui questa guida e scopri insieme a noi come si svolgerà nel dettaglio la seconda prova per l’Istituto Professionale per l’agricoltura e lo sviluppo rurale.


2. MATURITÀ 2018: ECONOMIA AGRARIA, SILVICOLTURA...TUTTE LE MATERIE

Seconda prova maturità Istituto professionale per l'agricoltura e lo sviluppo rurale
Seconda prova maturità Istituto professionale per l'agricoltura e lo sviluppo rurale — Fonte: istock

Prima di scoprire come sarà strutturata la seconda prova di Maturità 2018 per l'Istituto Professionale per l'agricoltura e lo sviluppo rurale, è importante fare un riepilogo generale su quali sono le possibili materie caratterizzanti per ognuna delle tre diramazioni, ovvero quelle discipline indicate dal Miur su cui può vertere il secondo scritto. Si tratta delle seguenti:

Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale

  • Economia agraria e dello sviluppo territoriale
  • Valorizzazione delle attività produttive e legislazione di settore

Opzione: Gestione risorse forestali e montane

  • Agronomia del territorio montano e sistemazioni idraulico-forestali
  • Economia agraria e legislazione di settore
  • Silvicoltura e utilizzazioni forestali

Opzione: Valorizzazione e commercializzazione dei prodotti agricoli del territorio

  • Tecniche di allevamento vegetale ed animale
  • Economia agraria e dello sviluppo territoriale
  • Valorizzazione delle attività produttive e legislazione nazionale e comunitaria

In particolar modo, le materie per la seconda prova dell'Istituto Professionale per l'agricoltura e lo sviluppo rurale verranno scelte dal Miur indicativamente a gennaio 2018.


3. ISTITUTO PROFESSIONALE PER L’AGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE: STRUTTURA DELLA SECONDA PROVA

La seconda prova dell'Istituto Professionale per l'agricoltura e lo sviluppo rurale verterà su situazioni operative della filiera di servizio. Dovrai quindi svolgere un’attività di analisi, scelta, decisione sullo svolgimento dei processi produttivi e dei servizi.
L'oggetto della prova potrebbe essere uno dei seguenti:

  • definizione, analisi ed elaborazione di un tema relativo al percorso professionale anche sulla base di documenti, tabelle e dati;
  • analisi e soluzione di problematiche della propria area professionale (caso aziendale);
  • individuazione e predisposizione delle fasi per la realizzazione di un prodotto o anche di un servizio;
  • individuazione di modalità e tecniche di commercializzazione dei prodotti e dei servizi.

Infine, la seconda prova sarà suddivisa in due parti: la prima sarà uguale per tutti gli studenti e dovrà essere svolta per intero; la seconda parte, invece, sarà costituita da diversi quesiti. Non dovrai rispondere a tutti ma, sulla base delle indicazioni contenute nel testo della traccia, dovrai sceglierne solo alcuni, mentre potrai tralasciare quelli sui quali ti senti meno preparato.
Per saperne di più dai un’occhiata alle tracce scelte dal Miur per la Maturità 2015, Maturità 2016 e Maturità 2017.