Seconda prova greco maturità 2018: ecco gli autori scelti dal MIUR negli anni passati

Di Veronica Adriani.

Seconda prova greco: ecco quali sono stati dal 1996 ad oggi gli autori più scelti dal MIUR. Spoiler: alcuni ritornano più volte

SECONDA PROVA GRECO LICEO CLASSICO

Seconda prova greco Maturità 2018: gli autori più gettonati secondo il MIUR
Seconda prova greco Maturità 2018: gli autori più gettonati secondo il MIUR — Fonte: istock

Con la Maturità alle porte, è naturale che tra i maturandi del classico scatti - oltre al tototema - anche il tototraccia per la seconda prova di Maturità 2018. Lo sguardo, naturalmente, va indietro nel tempo, più precisamente agli autori che il MIUR nel corso degli anni ha scelto per la traccia di Greco.

Ecco allora una panoramica piuttosto esaustiva degli autori scelti negli anni passati. Qualcuno torna per diversi anni, più di qualcuno non compare da un po'. Che sia fra questi che si annida il prossimo autore della versione di greco del 2018?

AUTORI GRECO MATURITÀ

Gli autori greci scelti dal MIUR dal 1996 ad oggi:

  • 1991: Epicuro
    Epicuro, La vita è felice solo se è saggia, bella e giusta, Lettera a Menèceo 131-132
  • 1993: Ippocrate
    Ippocrate, Il buon medico deve conoscere l'ambiente naturale e umano in cui opera, De aere, aquis et locis 1. 1-21
  • 1996: Plutarco
    Plutarco, Per una sana educazione occorre evitare gli eccessi, De liberis educandis 13 (9A-C)
  • 1998: Demostene
    Demostene, Per gli ateniesi è più conveniente allearsi coi governi democratici, De Rhodiorum Libertate, 17-18
  • 1999: Luciano
    Luciano, Zeus si lamenta del suo lavoro, Bis accusatus 1-2
  • 2001: Epitteto
    Epitteto, L'uomo cittadino del mondo, Dissertationes ab Arriano digestae 1. 9. 1-6
  • 2004: Platone
    Platone, Il lungo cammino dell'uomo verso la convivenza civile, Protagora 322
  • 2006: Plutarco
    Plutarco, L'uomo è padrone della parte migliore di se stesso, Moralia
  • 2008: Luciano
    Luciano, Codice etico per lo storico, Come si deve scrivere la storia LIX, 41-42
  • 2010: Platone
    Platone, Socrate e la politica, Apologia di Socrate
  • 2012: Aristotele
    Aristotele, Non il caso ma la finalità regna nelle opere della natura, De partibus animalium I,( A), 5, 645 a
  • 2014: Luciano
    Luciano, L'ignoranza acceca gli uomini, Come difendersi dalla calunnia
  • 2016: Isocrate
    Isocrate, Panegirico: Vivere secondo giustizia non è solo corretto, ma anche conveniente per il presente e per il futuro
  • 2018: ?

Quante volte i singoli autori sono ritornati nel corso del tempo? Vediamo:

  • Luciano: 3 volte (1999, 2008, 2014)
  • Platone: 2 volte (2004, 2010)
  • Plutarco: 2 volte (1996, 2006)
  • Epicuro: 1 volta (1991)
  • Ippocrate: 1 volta (1993)
  • Epitteto: 1 volta (2001)
  • Demostene: 1 volta (2008)
  • Aristotele: 1 volta (2012)
  • Isocrate: 1 volta (2016)

VERSIONI MATURITÀ GRECO

Cosa ci dicono questi numeri? Beh, innanzi tutto che il MIUR ha abbandonato da molti anni alcuni autori: è il caso di Epicuro, di Ippocrate, persino di Epitteto. Al contrario, continua a manifestare interesse per altri autori che tornano con una certa costanza nel corso degli anni, come Luciano, Platone e Plutarco.

Se escludiamo la possibilità che si ripetano gli autori selezionati per gli ultimi esami (e cioè Luciano e Isocrate, forse persino Aristotele, scelto dal MIUR nel 2014), resta la possibilità che la scelta ricada sugli altri autori. Demostene è stato scelto solo una volta, nel 2008: che sia la volta buona per replicare, dieci anni dopo? Oppure si punterà su un autore ben più studiato, noto e trasversale come Platone, che l'ultima volta è stato scelto otto anni fa?

Oppure - sì, purtroppo è un possibilità! - si punterà su un autore non ancora mai assegnato?

Quale che sia l'esito finale, meglio non farsi cogliere impreparati: ecco quindi qualche suggerimento per ripassare gli autori più papabili: