Seconda prova di Maturità 2017: NO a Fisica. E parte l'appello

Di Marta Ferrucci.

Per la seconda prova della maturità 2017 più di 200 rappresentanti dell'Unione degli Studenti hanno firmato un appello contro la scelta di Fisica

SECONDA PROVA FISICA MATURITA' 2017

Fisica alla seconda prova della maturità? No grazie. Ad esprimerlo sono la maggior parte dei maturandi del Liceo Scientifico che si sono opposti all'ipotesi di far uscire questa materia nella seconda prova già questo giugno. Nonostante manchi davvero poco all'annuncio ufficiale del Miur, moltissimi studenti hanno messo le mani avanti per dire no alla scelta di Fisica attraverso i loro rappresentanti studenteschi: più di 200 di loro hanno sottoscritto l'appello lanciato dall'Unione degli Studenti ed il loro numero continua a crescere.

Fonte: istock

FISICA ALLA MATURITA' 2017: UNA PROVA TROPPO DIFFICILE

Secondo l'Unione degli Studenti,  alla luce delle simulazioni svolte, questa prova risulta troppo complessa e inadeguata rispetto all'attuale ampiezza dei programmi, comparata ad un monte ore da dedicare alla materia estremamente scarso, e all'incapacità, ad oggi, delle scuole di fornire spazi laboratoriali adeguati a fornire una preparazione complessiva. Sarebbe certamente migliore che gli studenti del Liceo scientifico venissero eventualmente messi al corrente sin dal primo anno della concreta possibilità di dover sostenere una seconda prova di fisica alla maturità.

Secondo l'associazione studentesca, prima di rendere concreta la possibilità che questa sia oggetto della seconda prova ministeriale dell'Esame di maturità, è necessario adeguare l’insegnamento della fisica, la strutturazione dei programmi e la centralità che i docenti, insieme agli studenti, nel corso dei cinque anni danno alla materia.

Vuoi restare aggiornato su questo e altri argomenti della maturità 2018? Iscriviti al gruppo FB