Seconda prova 2019 istituto tecnico sistema moda: come funziona

Di Veronica Adriani.

Caratteristiche della seconda prova 2019 per l'istituto tecnico sistema moda. Struttura, argomenti d'esame e nuove griglie di valutazione

SECONDA PROVA MATURITÀ 2019

Istituto tecnico sistema moda: cosa cambia e come
Istituto tecnico sistema moda: cosa cambia e come — Fonte: istock

La maturità 2019 sarà in molti punti ben diversa da quelle con cui si sono confrontati gli studenti degli anni passati. Anche se molti cambiamenti erano già parte della riforma del precedente governo, altri sono stati annunciati dal ministro Bussetti solo recentemente. In una nostra intervista, ad esempio, ha dichiarato per la prima volta che la tesina sarebbe definitivamente uscita dall'esame di Stato.

Con la nuova comunicazione diffusa in via ufficiale dal MIUR, emergono nuovi dettagli: una riforma della prima prova e un nuovo orale, che prevede sia una relazione del proprio percorso di l'alternanza scuola-lavoro sia domande sulla Costituzione. Le modifiche più evidenti, però, riguardano il secondo scritto di maturità. Potrà innanzi tutto essere multidisciplinare, si comporrà di due parti e la durata sarà maggiore. Non solo: il MIUR ha stilato una griglia di valutazione per ogni istituto, articolazione e indirizzo, in modo da stabilire a livello nazionale dei criteri di valutazione omogenei per correggere gli elaborati.

SISTEMA MODA STRUTTURA DELLA SECONDA PROVA

Nei quadri di riferimento diffusi dal MIUR si legge che la seconda prova dell'istituto tecnico sistema moda sarà leggermente diversa a seconda dell'articolazione. La prova avrà comunque durata di 6-8 ore e sarà scritto-grafica, composta da due parti, di cui la seconda sarà formata da quesiti cui dovrai rispondere sulla base di un numero indicato in calce al testo.

Vediamo ora nel dettaglio cosa comprende la struttura della prova per le due articolazioni.

SECONDA PROVA 2019 ARTICOLAZIONE TESSILE, ABBIGLIAMENTO E MODA

Le due materie tra cui il MIUR dovrà selezionare la prescelta per la seconda prova sono:

  • Ideazione, progettazione e industrializzazione dei prodotti moda
  • Tecnologie dei materiali e dei processi produttivi e organizzativi della moda

La prova, scrive il MIUR nelle linee guida, fa riferimento a situazioni operative tipiche di un contesto aziendale e richiede al candidato attività di analisi tecnologico-tecniche, decisione su processi produttivi, ideazione, progettazione e realizzazione di prodotti, individuazione di soluzioni a problematiche organizzative e gestionali.

Si tratta di una prova scritto/grafica su casi pratici di ideazione e progettazione di un prodotto moda.

SECONDA PROVA 2019 ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA

In questo caso le materie a disposizione del MIUR sono:

  • Ideazione, progettazione e industrializzazione dei prodotti calzatura moda
  • Tecnologia dei materiali e dei processi produttivi e organizzativi della calzatura e moda

La prova da quest'anno potrà però anche essere multidisciplinare: in questo caso potresti doverti confontare con un elaborato su entrambe le materie.

ISTITUTO TECNICO SISTEMA MODA ARGOMENTI ESAME

L'articolazione del corso di studi produce differenze non solo sulla struttura della prova, ma anche sugli argomenti da portare all'esame. Perché è importante tenerli a mente? Perché sarà su questi che verranno impostati gli obiettivi secondo cui verrai valutato attraverso le nuove griglie di valutazione del MIUR.

Vediamo allora nel dettaglio gli argomenti d'esame, secondo le singole articolazioni e i diversi indirizzi.

ARTICOLAZIONE TESSILE, ABBIGLIAMENTO E MODA

Indirizzo Ideazione, progettazione e industrializzazione dei prodotti moda

  • Ideazione: i principi base di composizione visiva, della storia della moda e del tessuto, delle tendenze moda e delle fasi di ideazione di un prodotto.
  • Disegno e strutture tecnico/costruttive: le tecniche di disegno e rappresentazione grafica (a mano o con sistemi CAD) e le strutture tecnico-costruttive di tessuti e/o capi di abbigliamento necessarie per l’elaborazione e la comunicazione dei relativi progetti.
  • Progettazione e sviluppo della relativa documentazione tecnica: gli elementi di analisi e risoluzione di problemi progettuali necessari al calcolo dei parametri tecnico progettuali e alla loro rielaborazione in schede tecniche di prodotto.
  • Industrializzazione: i processi della filiera tessile/abbigliamento e moda, dei prodotti intermedi e finali.

Indirizzo Tecnologie dei materiali e dei processi produttivi e organizzativi della moda

  • Conoscenze merceologiche delle materie prime e dei semilavorati: le materie prime e i semilavorati sulla base delle specifiche richieste inerenti ai prodotti moda.
  • Cicli tecnologici: conoscenza, a livello funzionale, dei principali cicli tecnologici, delle singole macchine che li compongono e delle modalità operative di calcolo.
  • Programmazione della produzione: i criteri della programmazione industriale dei prodotti moda.
  • Nobilitazione e controllo qualità: i processi di nobilitazione e di controllo qualità relativi alle materie prime e ai prodotti finiti.

ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA

Indirizzo Ideazione, progettazione e industrializzazione dei prodotti calzatura moda

  • Ideazione: i principi base di composizione visiva, della storia della calzatura e della moda, delle tendenze e delle fasi di ideazione di un prodotto calzaturiero.
  • Disegno e strutture tecnico/costruttive: le tecniche di disegno e rappresentazione grafica (a mano o con sistemi CAD) e delle strutture tecnico-costruttive dei prodotti calzaturieri, necessarie per l’elaborazione e la comunicazione dei relativi progetti.
  • Progettazione e sviluppo della relativa documentazione tecnica: gli elementi di analisi e risoluzione di problemi progettuali necessari al calcolo dei parametri tecnico-progettuali, alla loro rielaborazione tramite sistemi CAD e schede tecniche di prodotto.
  • Industrializzazione: i processi della filiera tessile/abbigliamento e moda, dei prodotti intermedi e finali, e i relativi aspetti economici.

Indirizzo Tecnologia dei materiali e dei processi produttivi e organizzativi della calzatura e moda

  • Conoscenze merceologiche delle materie prime e dei semilavorati: le materie prime e i semilavorati sulla base delle specifiche richieste inerenti ai prodotti calzaturieri.
  • Cicli tecnologici: conoscenza, a livello funzionale, dei principali cicli tecnologici, delle singole macchine che li compongono e delle modalità operative di calcolo.
  • Programmazione della produzione: i criteri della programmazione industriale, e delle tempistiche di realizzazione dei prodotti calzaturieri.
  • Nobilitazione e Controllo qualità: i processi di nobilitazione e di controllo qualità relativi alle materie prime e ai prodotti finiti.

VOTO SECONDA PROVA 2019: GRIGLIE DI VALUTAZIONE DEL MIUR

Tra le grandi novità della seconda prova 2019, come abbiamo detto, ci sono delle nuove griglie di valutazione nazionali che serviranno a rendere più omogenei i criteri con cui gli insegnanti valuteranno il raggiungimento degli obiettivi.

Vediamo allora in cosa consistono queste griglie: per prima troverai quella per l'articolazione tessile, abbigliamento e moda, per seconda quella dell'articolazione calzature e moda.

Fonte: ufficio-stampa
Fonte: ufficio-stampa

SECONDA PROVA 2019: ISTITUTI TECNICI

Vuoi saperne di più su come sarà strutturata la seconda prova 2019 degli altri istituti tecnici? Dai uno sguardo alle altre guide: