Seconda prova 2019 istituto grafica e comunicazioni: struttura, argomenti, punteggio

Di Veronica Adriani.

Struttura, argomenti e punteggio della seconda prova 2019 per l'istituto tecnico grafica e comunicazioni: come funziona, cosa sapere

ISTITUTO TECNICO GRAFICA E COMUNICAZIONI

Cambia la seconda prova 2019 anche per l'Istituto tecnico grafica e comunicazioni
Cambia la seconda prova 2019 anche per l'Istituto tecnico grafica e comunicazioni — Fonte: istock

Tra le certezze sulla Maturità 2019 c'è sicuramente il fatto che la seconda prova cambierà per tutti.Non c'è da preoccuparsi, però: il MIUR ha dato le linee guida necessarie ad affrontare il secondo scritto del nuovo esame di Stato con serenità senza il rischio di incorrere in brutte sorprese. L'unico dubbio riguarda, come ogni anno, l'uscita delle materie, che avverrà a gennaio, con una novità: la prova quest'anno potrebbe infatti essere multidisciplinare.

L'istituto tecnico grafica e comunicazioni non farà eccezione. Ecco dunque quali sono i criteri per prepararsi al meglio alla seconda prova.

ISTITUTO TECNICO GRAFICA E COMUNICAZIONI, STRUTTURA DELLA SECONDA PROVA

L'istituto tecnico grafica e comunicazioni è diviso in due indirizzi:

  • Grafica e comunicazioni
  • Grafica e comunicazioni opzione Tecnologie cartarie

Entrambe le prove potranno essere multidisciplinari e dureranno dalle sei alle otto ore.

In entrambi i casi, la struttura della seconda prova prevederà una prima parte che tutti i candidati sono tenuti a svolgere, seguita da una seconda parte costituita da quesiti a risposta multipla.

STRUTTURA DELLA SECONDA PROVA 2019: GRAFICA E COMUNICAZIONI

La seconda prova per l'indirizzo grafica e comunicazioni, scrive il MIUR, fa riferimento a situazioni operative tipiche di un contesto aziendale e richiede al candidato attività di analisi tecnologico-tecniche, decisione su processi produttivi, ideazione, progettazione e realizzazione di prodotti, individuazione di soluzioni e problematiche organizzative e gestionali.
La prova può consistere in due tipologie di produzione:

  1. Ideazione, progettazione di prodotti di comunicazione grafici e/o multimediali (anche con riferimento agli aspetti laboratoriali);
  2. Individuazione e scelta dei processi tecnologici e dei materiali di produzione, per realizzare un elaborato già progettato (anche con riferimento agli aspetti laboratoriali).

Le due tipologie di prova potranno essere integrate tra loro.

STRUTTURA DELLA SECONDA PROVA 2019: OPZIONE TECNOLOGIE CARTARIE

Anche in questo caso i riferimenti da tener presente per la seconda prova di tecnologie cartarie sono gli stessi descritti nel paragrafo precedente. Tuttavia, le tipologie potranno essere tre:

  1. Analisi di problemi tecnico-tecnologici con riferimento anche a prove di verifica e collaudo;
  2. Ideazione, progettazione e sviluppo di soluzioni tecniche per l'implementazione di soluzioni a problemi tecnologici dei processi produttivi nel rispetto della normativa di settore;
  3. Sviluppo di strumenti per l’implementazione di soluzioni a problemi organizzativi e gestionali di attività produttive anche in sistemi complessi, nel rispetto della normativa e della tutela dell’ambiente.

ISTITUTO TECNICO GRAFICA E COMUNICAZIONI ARGOMENTI ESAME

L'articolazione del corso di studi comporta alcune differenze non solo nella struttura della prova, ma anche nell'elenco degli argomenti da portare all'esame. Ti consigliamo di tenerli bene a mente, perché sarà proprio su questi che verranno impostati gli obiettivi secondo cui verrai valutato attraverso le nuove griglie di valutazione del MIUR.

Vediamo allora nel dettaglio gli argomenti d'esame, secondo le singole articolazioni e i diversi indirizzi.

GRAFICA E COMUNICAZIONI

Indirizzo progettazione multimediale:

  • Progettazione del prodotto di comunicazione grafica e multimediale: dalla mappa concettuale alla costruzione dello storytelling in funzione del target e dei canali della comunicazione utilizzati.
  • Metodi e criteri di composizione: la psicologia e la grammatica della percezione in relazione alle teorie gestaltiche e alla teoria del campo.
  • Il corretto uso del colore: armonie e contrasti, psicologia e sinestesia del colore.
  • Conoscenze degli elementi di tipometria, storia ed evoluzione del carattere.
  • Criteri di leggibilità, visibilità e ritmo della composizione.
  • Elaborazione e costruzione dell’immagine ai fini comunicativi.
  • Software di grafica e animazione computerizzata: uso dei software come strumento di sviluppo della creatività.
  • Tecniche di progettazione per prodotti dell’industria grafica e multimediale: specificità progettuali legate al prodotto editoriale, cartaceo o multimediale.
  • Il coefficiente visivo di un’impresa; campagne integrate pubblicitarie.
  • Costruzione dell’immagine di un packaging; criteri di progettazione per prodotti interattivi veicolati attraverso strumenti digitali.
    Obiettivi della prova

Laboratori tecnici:

  • Strumenti, software e tecniche per l’acquisizione ed elaborazione di immagini e video.
  • Strumenti e software per la generazione di testi ed elementi vettoriali.
  • Formati di registrazione e loro uso corretto.
  • Unità di misura e corretto dimensionamento degli elementi grafici.
  • Gestione cromatica degli elementi coerentemente alle esigenze dei sistemi di output.
  • Strumenti e software per la gestione di prodotti mono o multi pagina.
  • Tecniche per la composizione di prodotti grafici complessi; impostazione del prodotto sul foglio di stampa (imposition).
  • Strumenti software per la produzione di edizioni digitali (e-book).
  • Il montaggio audio e video (dalla progettazione alla realizzazione); creazione di elementi animati per video e web.
  • Realizzazione dell’interfaccia grafica per un sito internet con software dedicati o con software di Content Management System.
  • Valutazione del prodotto: qualità del prodotto finito.
  • Definizione delle specifiche

Tecnologie dei processi di produzione:

  • Tipologie dei prodotti della grafica e comunicazione: classificazione dei prodotti della comunicazione; caratteristiche funzionali, tecniche e comunicative.
  • Principali supporti e materiali utilizzati per la produzione: classificazione dei supporti cartacei per finitura superficiale; caratteristiche fondamentali e terminologia specifica.
  • Supporti non cartacei; accoppiati; scelta dei materiali in funzione delle esigenze del prodotto.
  • Impianti, attrezzature e flussi di lavoro dei processi produttivi dell’industria grafica e audiovisiva: classificazione dei processi produttivi.
  • Scelta del processo in funzione delle esigenze del prodotto; processi tradizionali e digitali; fasi operative, attrezzature e software specifici; figure professionali coinvolte.
  • Attività di controllo sul processo produttivo.
  • Valutazione della qualità del prodotto/servizio, del processo produttivo; criteri, metodologie e strumenti di valutazione.
  • Normative e certificazioni in merito alla qualità.

GRAFICA E COMUNICAZIONI OPZIONE TECNOLOGIE CARTARIE

Tecnologie dei processi di produzione e laboratorio:

  • Procedimenti utilizzati nei processi di stampa.
  • Prodotti cartari e classificazione in rapporto alle problematiche tecnologiche di produzione.
  • Gestione dei principi della colorimetria in rapporto alle varie specificità cartarie.
  • La gestione dell’automazione, della sicurezza e del controllo di qualità di processi e prodotti grafico-cartario.

Impianti di cartiera e disegno:

  • I processi industriali del settore cartario.
  • Nozioni di organizzazione e risultati economici di un’azienda cartaria.
  • Layout di un processo di produzione cartaria.
  • La rappresentazione grafica e la determinazione energetica per un impianto cartario.
  • La gestione dell’automazione e della sicurezza di un impianto cartario.

laboratori tecnici:

  • Procedimenti e processi di realizzazione e elaborazione di prodotti filigranati.
  • Strumenti e impianti di riproduzione per i vari prodotti cartari: carte filigranate, carte valori, carta per la stampa, carta tissue, cartoncino.
  • Gestione di macchinari automatizzati per l’output di prodotti grafici-filigranati.
  • Metodi di misurazione e valutazione tecnologica dei prodotti realizzati.
  • Gestione della sicurezza e del controllo di processi di utilizzo di strumenti e programmi di acquisizione di immagini e testi per prodotti grafici-filigranati.

VOTO SECONDA PROVA 2019: GRIGLIE DI VALUTAZIONE DEL MIUR

L'altra grande novità della seconda prova 2019 consiste nel fatto che il voto finale sarà assegnato sulla base di griglie di valutazione nazionali che dovrebbero garantire una maggiore oggettività. Ma in cosa consistono queste griglie? Sostanzialmente, attribuiscono diversi punteggi ai vari indicatori stabiliti sulla base dei programmi citati poco sopra.

Vediamo allora di cosa si tratta nel dettaglio. Di seguito, le griglie per la valutazione della seconda prova di grafica e comunicazioni e di grafica e comunicazioni opzione tecnologie cartarie.

Fonte: ufficio-stampa
Fonte: ufficio-stampa

SECONDA PROVA 2019: ISTITUTI TECNICI

Vuoi saperne di più su come sarà strutturata la seconda prova 2019 degli altri istituti tecnici? Dai uno sguardo alle altre guide: