Scuole chiuse per varianti covid: le alternative alla dad

Di Veronica Adriani.

Si torna a parlare di scuole chiuse di fronte alle varianti covid. Ma c'è chi propone soluzioni alternative alla didattica a distanza: ecco quali

SCUOLE CHIUSE PER VARIANTI COVID

Le varianti covid iniziano a spaventare: se nei giorni scorsi l'ex ministra Azzolina aveva attribuito al neoministro Bianchi delle parole rassicuranti sull'apertura delle scuole, oggi si torna a parlare di chiusure.

Come riporta Orizzontescuola, il presidente del Consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli, ospite a Mezz’ora in più su Rai3, avrebbe parlato di strategie selettive in base ai contagi, vale a dire: chiusure mirate dove serve. Le scuole, dove si trovano i più giovani - tra i quali la variante inglese conta maggiore diffusione - potrebbero essere colpite da questa selezione mirata.

ALTERNATIVE ALLA DIDATTICA A DISTANZA

Se da un lato c'è chi insiste sull'importanza di vaccinare docenti e personale scolastico (nonostante le molte polemiche sollevate dalla scelta del tipo di vaccino, avvenute proprio in questi giorni), c'è anche chi parla di sussidi per le famiglie nel caso di chiusura.

Ma c'è chi va oltre, e propone delle soluzioni alternative alla didattica a distanza, per molti insufficiente rispetto a quella tradizionale. Tra queste, le lezioni all'aperto - ove possibile - o in tensostrutture, dove il clima è meno mite. Tutto, insomma, pur di mantenere quel minimo di presenza così importante soprattutto fra i più piccoli. Lo propone, ad esempio, il Garante per il Lazio dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Jacopo Marzetti.

Fonte: istock