Scuole chiuse anche il sabato per il caro bollette: la proposta

Di Maria Carola Pisano.

Settimana corta e scuole chiuse anche il sabato per la crisi energetica o, al massimo, dad un giorno alla settimana: ecco la nuova proposta

SCUOLE CHIUSE ANCHE IL SABATO

Scuole chiuse anche il sabato contro il caro bollette: la proposta
Scuole chiuse anche il sabato contro il caro bollette: la proposta — Fonte: getty-images

Chiudere le scuole anche il sabato per risparmiare energia: se ne comincia a parlare e le soluzioni sono diverse. Dal ricorso alla dad il sabato alla settimana corta, con più ore di lezione tra il lunedì e il venerdì: tutte alternative pensate per l'emergenza energetica.

Di recente fonti di Governo hanno fatto sapere all'Adnkronos che il tema di chiudere le scuole per far fronte all'emergenza "non è mai stato sul tavolo". Ma puntualmente se ne torna a parlare come di una possibilità per fronteggiare la crisi energetica. Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, a Omnibus su La7 ha precisato che sono molte le scuole che ricorrono già alla settimana corta: “Chiudiamo le scuole sabato e facciamo più lezione negli altri giorni, allunghiamo le lezioni gli altri giorni per risparmiare circa un sesto della bolletta per il riscaldamento. Più del 50% delle nostre scuole fa già la settimana corta. Bisogna vedere a quanto ammonta questo risparmio”.

TUTTI IN DAD IL SABATO?

Questa possibilità non prevede però riduzioni di orario ma un ripensamento generale sulla programmazione oraria e, come ultima spiaggia, il ricorso alla dad il sabato: "Naturalmente - aggiunge Giannelli -  se si fa così bisogna prevedere una riorganizzazione dei trasporti perché nelle scuole dove si fanno tante ore, come gli istituti tecnici, significa che due giorni si dovrebbe fare dalle 8 alle 15. Non voglio sentir parlare di riduzioni di orario perché pregiudicherebbe il diritto allo studio. Come ultima risorsa al limite il sabato si può fare a distanza. Un conto è stare in Dad per mesi, un conto un giorno su sei”.

Ecco cosa sapere a proposito del nuovo anno scolastico: