Scuole chiuse il 23 maggio 2019 in Puglia per terremoto: tutti i comuni

Di Veronica Adriani.

Dopo la scossa del 21, scuole chiuse anche il 23 maggio nei comuni pugliesi colpiti dal terremoto per consentire verifiche e sopralluoghi. Ecco quali

SCUOLE CHIUSE 22 MAGGIO 2019

Avvertita scossa di terremoto in Puglia: molte scuole hanno optato per la chiusura
Avvertita scossa di terremoto in Puglia: molte scuole hanno optato per la chiusura — Fonte: istock

La novità rispetto alla chiusura delle scuole prevista ieri a seguito della scossa avvertita in alcune città della Puglia, arriva dal commissario prefettizio di Andria, che ha disposto un'ordinanza commissariale per cui tutte le scuole secondarie di II grado della provincia Andria-Barletta-Trani resteranno chiuse sia nella giornata del 22 maggio che in quella del 23 maggio. La motivazione è che le verifiche alle strutture per valutare eventuali danni saranno condotte verosimilmente nella mattinata del 23 maggio.

Il Comune di Barletta aveva fatto sapere ieri con un'ordinanza che le scuole rimaste il 21 lo sarebbero state fino a nuova comunicazione, per consentire le opportune verifiche alla struttura.

Anche il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, aveva disposto la chiusura degli edifici scolastici per la giornata del 22 maggio con l'ordinanza 14/2019.

SCUOLE CHIUSE PER TERREMOTO

Ecco i fatti che hanno portato alle scuole chiuse per terremoto.

Martedì 21 maggio una scossa di terremoto è stata avvertita intorno alle ore 10:15 di mattina in alcuni comuni pugliesi. La magnitudo registrata è stata di 3,9, ed è partita da 34 km di profondità a 4 km da Barletta, e ha coinvolto Barletta, Andria, Trani e i paesi limitrofi. Contenuti i danni - una parte della facciata barocca della chiesa di Trani è crollata - ma molte persone si sono riversate in strada e la circolazione ferroviaria ha subito ritardi fino a 60 minuti.

I comuni coinvolti hanno optato per l'evacuazione degli uffici, soprattutto a scopo precauzionale, per consentire la verifica dello stato delle strutture. In questo quadro, molte scuole di Bitonto, Cerignola, Andria, Molfetta, Trani e Barletta hanno deciso di chiudere per consentire l'evacuazione delle persone presenti.