Specializzazioni Mediche 2017: il nuovo regolamento di accesso alle scuole

Di Redazione Studenti.

Cambiano le regole per l'accesso alle Scuole di specializzazioni mediche. Ecco le novità previste dal nuovo Decreto

SCUOLE SPECIALIZZAZIONI MEDICHE 2017: IL NUOVO REGOLAMENTO

Il nuovo regolamento sull’accesso alle scuole di Specializzazioni Mediche è stato pubblicato mercoledì 6 settembre in Gazzetta. Il Miur precisa che i cambiamenti in corso nascono dalle sollecitazioni arrivate dalle associazioni degli specializzandi, dalla Conferenza dei Rettori, dall'Osservatorio per le Scuole di Specializzazione, dal Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari e, dunque, ampiamente condivise. Il Miur, per il 2017, ha anche definito la data di pubblicazione del bando, la data della prova scritta (entrambe entro il 2017) ed il numero delle borse di studio.
Vediamo quali sono le novità più rilevanti:

  • La data di pubblicazione del bando slitta dal 30 aprile al 31 maggio
  • Nel bando non vengono più indicati gli esami fondamentali caratterizzanti per tipologia di Scuola. Di conseguenza, anche i voti presi nei suddetti esami non vengono più considerati ai fini della valutazione del curriculum
  • I quesiti della prova d'esame passano da 110 a 140. Il punteggio sarà di 1 per ogni risposta esatta, 0 per ogni risposta non data, -0,25 per ogni risposta errata
  • riduzione da 15 a 7 punti della valutazione massima complessiva dei titoli
  • I vincitori potranno scegliere fino a 3 tipologie di scuole della stessa area
  • In aggiunta ai contratti finanziati con risorse statali, le Scuole potranno attivare altri contratti di pari importo e durata sostenuti con risorse derivanti da donazioni o finanziamenti di enti pubblici o privati

AMMISSIONE ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE MEDICHE: LE NOVITA'

Scuole di specializzazioni mediche: in arrivo il nuovo regolamento
Scuole di specializzazioni mediche: in arrivo il nuovo regolamento — Fonte: istock

La prima novità è che la pubblicazione del bando di concorso viene posticipata dal 30 aprile al 31 maggio. Un cambiamento che si è reso necessario per armonizzare la pubblicazione del bando di concorso per le scuole con la programmazione sanitaria dei posti da assegnare alle singole università.
Nell’attuale decreto, tra gli elementi indicati nel bando sono previsti anche gli esami fondamentali, caratterizzanti e specifici valutabili in relazione a ciascuna tipologia di Scuola: tale dato non è più inserito nel bando previsto dal decreto, coerentemente con l'esclusione di attribuzione di uno specifico punteggio, in sede di valutazione del curriculum, per i voti conseguiti nei predetti esami, precedentemente prevista. Nel testo in esame i candidati vincitori, inoltre, possono scegliere fino ad un massimo di tre tipologie di scuola nell'ambito di una stessa area, in luogo dell'attuale previsione secondo cui delle tre tipologie oggetto di scelta solo due possono essere riconducibili alla medesima area.

PROVA D'ESAME PER LE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE MEDICHE: LE NOVITA'

L’attuale prova d' esame consiste in una prova scritta basata sulla soluzione di 110 quesiti a risposta multipla, di cui la prima parte è comune a tutte le tipologie di scuola mentre una seconda parte comprende quesiti comuni a tutte le tipologie rientranti in una medesima area e quesiti specifici per ciascuna tipologia di scuola; il nuovo regolamento aumenta i quesiti che diventano 140 su argomenti sia di carattere generale che inerenti indifferentemente alle diverse tipologie di scuola.
I nuovi quesiti dei test potranno essere predisposti  dal Ministero (che può affidarne la predisposizione ad una Commissione nazionale composta da professori universitari - articolo 4, comma 2) oltre che dal CINECA; il vigente testo non fa invece

Per quanto attiene alla valutazione dei quesiti cambia solo il punteggio da attribuirsi alla risposta "errata".

COMMISSIONE NAZIONALE GIUDICATRICE

In caso di predisposizione dei quesiti oggetto d'esame da parte di una Commissione di professori universitari si prevede che la stessa Commissione assorba le funzioni della Commissione nazionale nominata per lo svolgimento delle operazioni di esame. Nell’attuale decreto è prevista solo la costituzione della Commissione nazionale giudicatrice.

VALUTAZIONE TITOLI DI STUDIO E GRADUATORIA

Con le nuove regole, la valutazione dei titoli resta sostanzialmente invariata, ferma restando la riduzione da 15 a 7 punti della valutazione massima complessiva dei titoli e l'esclusione da tale valutazione dei voti negli esami fondamentali caratterizzanti del percorso di laurea.
Sulla valutazione, il nuovo decreto introduce le seguenti novità:

  • Attualmente, in seguito alle prove, si formano singole graduatorie nazionali per tipologia di scuola. Le nuove regole prevedono invece la formazione di una graduatoria nazionale unica in base alla quale i vincitori saranno destinati alle sedi prescelte in ordine di graduatoria.
  • Pubblicata la graduatoria, il candidato dovrà formalizzare la scelta delle tipologie di Scuola e delle sedi di interesse; la scelta di almeno una sede nei termini indicati dal bando è richiesta a pena di decadenza del candidato dalla procedura concorsuale;
  • Le rinunce alle scelte di cui al n.2) effettuate dal candidato, devono pervenire prima della data di pubblicazione delle assegnazioni dei candidati alle Scuole;
  • Concluse le operazioni di assegnazione e immatricolazione non sono possibili subentri su posti rimasti non coperti a seguito della mancata immatricolazione o rinuncia da parte dei candidati assegnati o per ogni altra ragione;
  • i contratti rimasti non coperti per i motivi di cui al n.5), sono oggetto di riassegnazione nell'ambito dei contratti di specializzazione per i successivi anni accademici.

Con il nuovo regolamento arrivano anche i nuovi criteri di accreditamento delle Scuole di specializzazione. Secondo il Miur, Il nuovo accreditamento consentirà di innalzare in modo significativo la qualità del sistema formativo delle Scuole.

BANDO SPECIALIZZAZIONI MEDICHE 2017: DATE E NEWS

Ecco le date utili e le scadenze da non dimenticare che sono indicate nel bando per l'accesso alle Scuole di specializzazione medica:

  • Il 5 ottobre si aprono le iscrizioni alla prova sul sito di Universitaly
  • Il 16 ottobre alle 15.00 le iscrizioni si chiudono
  • Il 28 novembre si svolge la prova
  • Il 4 dicembre iniziano le procedure di scorrimento
  • 29 dicembre: entro e non oltre questa avverrà l'assegnazione definitiva e prenderanno il via le attività didattiche